A ottobre Genova dedicherÓ una monografica a Bernardo Strozzi e alla sua conquista del colore


Palazzo Lomellino a Genova ospiterà da ottobre 2019 una mostra interamente dedicata a Bernardo Strozzi.

In occasione del quindicesimo anniversario dell’apertura al pubblico di Palazzo Nicolosio Lomellino a Genova, sarà allestita dall’11 ottobre 2019 al 12 gennaio 2020 la mostra Bernardo Strozzi (1582/1644). La conquista del colore. La monografica esporrà circa cinquanta opere, di cui una ventina mai esposte e sette inediti assoluti, per ripercorrere i momenti più significativi della carriera di uno tra i principali artisti del Seicento.

La dimora genovese compresa tra i Rolli di Strada Nuova conserva lo straordinario ciclo di affreschi di Bernardo Strozzi, riscoperto al primo piano nobile nel 2000.

La monografica, promossa dall’Associazione Palazzo Lomellino di Strada Nuova Onlus e curata da Anna Orlando e Daniele Sanguineti, costituisce l’occasione eccezionale di vedere la opere del pittore a confronto con il suo ciclo di affreschi riportato recentemente alla luce e unico esposto al pubblico in un contesto museale.

La mostra intende mostrare al pubblico il meglio della produzione artistica di Strozzi e gli aspetti più affascinanti del suo singolare contributo alla storia della pittura genovese del Seicento, attraverso i dipinti per la devozione domestica, le pale d’altare, i ritratti e le nature morte. Giunti nella sala centrale del primo piano nobile si potrà ammirare l’affresco capolavoro. Qui, un sistema di specchi inviterà il visitatore a osservare il racconto colorato dell’Allegoria dell’Evangelizzazione del Nuovo Mondo che l’artista immaginò per il marchese Luigi Centurione, allora proprietario del Palazzo. Presenti in mostra anche le fasi progettuali per la grande tela dispersa ma testimoniata da un frammento e due grandi abbozzi, che Strozzi dipinse intorno al 1635 per il soffitto della chiesa degli Incurabili di Venezia.

Tra i capolavori esposti, l’Allegoria della Pittura della Galleria Nazionale della Liguria a Palazzo Spinola, La Fama della National Gallery di Londra e il Suonatore di liuto del Kunsthistoriches Museum di Vienna.

L’esposizione si concluderà con una sala didattica, volta ad approfondire il tema della bottega con il confronto diretto tra due repliche autografe dello stesso soggetto e una intrigante opera di bottega, ancora in prima tela, osservabile anche sul retro.

Sarà previsto inoltre un ricco calendario di eventi e iniziative collaterali che permetterà di approfondire ulteriormente l’opera di Bernardo Strozzi, coinvolgendo l’intero territorio ligure.

Per info: www.palazzolomellino.org

Orari: Da martedì a venerdì dalle ore 15 alle ore 18; sabato, domenica e festivi dalle ore 10 alle ore 18. Chiuso il lunedì.

Biglietti: Intero 12 euro, ridotto 10 euro

Immagine: un dettaglio dell’affresco di Bernardo Strozzi riscoperto nel 2000 al primo piano nobile di Palazzo Nicolosio Lomellino

A ottobre Genova dedicherÓ una monografica a Bernardo Strozzi e alla sua conquista del colore
A ottobre Genova dedicherÓ una monografica a Bernardo Strozzi e alla sua conquista del colore


Se ti è piaciuto questo articolo abbonati a Finestre sull'Arte.
al prezzo di 12,00 euro all'anno avrai accesso illimitato agli articoli pubblicati sul sito di Finestre sull'Arte e ci aiuterai a crescere e a mantenere la nostra informazione libera e indipendente.
ABBONATI A
FINESTRE SULL'ARTE



Arte antica     Politica e beni culturali     Patrimonio     Musei     Arte contemporanea     Rinascimento     Seicento     Ottocento     Novecento     Cinquecento     Firenze     Quattrocento     Barocco     Genova     Roma    

NEWSLETTER