La storia dell'ultima Biennale Ŕ in mostra a Carrara, nelle sale di V˘tre


Lo spazio Vôtre a Carrara ospita “L’ultima”, rassegna di 80 fotografie sull’ultima edizione della Biennale Internazionale di Scultura di Carrara (2010).

Si intitola L’ultima la mostra che domani, venerdì 5 giugno, apre presso lo spazio Vôtre di Carrara, nei saloni tardobarocchi di Palazzo Del Medico in piazza Alberica. La rassegna, a cura di Nicola Ricci, racconta la storia dell’ultima edizione della Biennale Internazionale di Scultura di Carrara: allestita nel 2010, la quattordicesima edizione della grande mostra d’arte che per anni ha dato lustro alla città era curata da Fabio Cavallucci e s’intitolava Post Monument. L’idea della mostra era quella di avviare una riflessione sul ruolo del monumento che, da simbolo di memoria collettiva, nella società contemporanea ha perduto le funzioni che un tempo gli si attribuivano.

In mostra sono esposti ottanta scatti in bianco e nero, eseguiti dal fotografo Valerio Brambilla, che catturano momenti salienti di quella mostra: le fasi dell’allestimento, l’inaugurazione, le opere di grandi dell’arte internazionale che vi presero parte, da Maurizio Cattelan a Urs Fischer, da Vanessa Beecroft ad Antony Gormley, da Cyprien Gaillard a Santiago Sierra e molti altri.

Quella del 2010 è stata l’ultima edizione della Biennale (da cui il titolo della mostra di Vôtre): da allora sono passati dieci anni esatti e l’intento della rassegna curata da Nicola Ricci è quello di riaprire il dibattito sulla mostra che dagli anni Cinquanta ha portato a Carrara i più grandi artisti del mondo e che ha stimolato ricerche artistiche di alto livello, oltre diverse a riflessioni filosofiche e sociali. Lo scopo dunque non è solo quello di rievocare un passato glorioso e di sottolinearne le mancanze (Ricci evidenzia infatti che già all’epoca la città non seppe trattenere testimonianze delle importanti personalità che diedero vita alla mostra, malgrado l’entusiasmo di queste ultime), ma di sollecitare le istituzioni e il mondo dell’imprenditoria a dare di nuovo vita a eventi e manifestazioni che siano in grado di riportare Carrara al centro del mondo dell’arte.

L’ultima aprirà tutti i giorni dalle 16 alle 19, con obbligo di rispetto delle misure di carattere medico-sanitario per contrastare il contagio da coronavirus. Per informazioni è possibile contattare lo spazio Vôtre al numero 338 4417145.

 

Vanessa Beecroft alla XIV Biennale Internazionale di Scultura di Carrara (2010). Ph. Valerio Brambilla
Vanessa Beecroft alla XIV Biennale Internazionale di Scultura di Carrara (2010). Ph. Valerio Brambilla

Se ti è piaciuto questo articolo abbonati a Finestre sull'Arte.
al prezzo di 12,00 euro all'anno avrai accesso illimitato agli articoli pubblicati sul sito di Finestre sull'Arte e ci aiuterai a crescere e a mantenere la nostra informazione libera e indipendente.
ABBONATI A
FINESTRE SULL'ARTE



Arte antica     Politica e beni culturali     Patrimonio     Musei     Arte contemporanea     Rinascimento     Seicento     Ottocento     Novecento     Cinquecento     Firenze     Quattrocento     Barocco     Genova     Roma    

NEWSLETTER