A Ferrara una mostra su Boldini e sulla nascita del ritratto femminile


Il Castello Estense di Ferrara presenta una piccola mostra dedicata al tema della genesi del ritratto femminile, dal disegno al dipinto, in Boldini. 

Al Castello Estense di Ferrara, nella Sala dei Comuni, è allestita fino al 6 giugno 2021 la mostra Boldini. Dal disegno al dipinto. Attorno alla Contessa de Leusse, in occasione del novantesimo anno dalla scomparsa di Giovanni Boldini (Ferrara, 1842 - Parigi, 1931). 

Una piccola esposizione dedicata al tema della genesi del ritratto femminile, dal disegno al dipinto. Il percorso espositivo ruota attorno al ritratto della Contessa de Leusse (1889 circa), realizzato da Boldini quando risiedeva stabilmente a Parigi, dove da alcuni anni si era affermato come ritrattista mondano; il dipinto è depositato da un collezionista presso le Gallerie d’Arte Moderna e Contemporanea di Ferrara. 

Tra le nobildonne da lui ritratte s’incontra più di una volta l’aristocratica parigina Suzanne Berthier, moglie del visconte Georges de Leusse, che nel dipinto in mostra è raffigurata di profilo, accomodata di traverso su una sedia e con un ventaglio chiuso tra le mani, mentre osserva qualcosa o qualcuno fuori dal campo pittorico: un’impaginazione che oltre a mettere in risalto gli aggraziati lineamenti della giovane conferisce all’immagine una spiccata naturalezza.

Insieme a questo ritratto, sono in mostra sedici disegni della raccolta del museo ferrarese, alcuni mai esposti: studi di donne a figura intera e di singoli volti femminili che documentano il rapporto iperattivo dell’artista con la realtà circostante, nonché la sua prontezza nel rappresentare pose e attitudini che gli sarebbero servite per dare vitalità e dinamismo alle protagoniste dei suoi dipinti, contraddistinti da quella peculiare scrittura rapidissima e allo stesso tempo controllata che rende inconfondibile lo stile di Boldini. Sono inoltre esposti due olii degli anni maturi dell’artista (Nudino scattante, 1910; La contessa Saffo Zuccoli, 1927-28), un autoritratto all’acquerello, due incisioni e il ritratto dell’artista in bronzo eseguito da Vincenzo Gemito.

La mostra è organizzata da Fondazione Ferrara Arte e Gallerie d’Arte Moderna e Contemporanea del Comune di Ferrara. 

Per info: www.castelloestense.it

Orari: da lunedì a venerdì dalle 10 alle 18.

Immagine: Giovanni Boldini, La contessa Berthier de Leusse seduta, dettaglio (1889 circa; olio su tela, 182 x 59 cm; collezione privata, in deposito temporaneo al Museo Giovanni Boldini).

A Ferrara una mostra su Boldini e sulla nascita del ritratto femminile
A Ferrara una mostra su Boldini e sulla nascita del ritratto femminile


Se ti è piaciuto questo articolo abbonati a Finestre sull'Arte.
al prezzo di 12,00 euro all'anno avrai accesso illimitato agli articoli pubblicati sul sito di Finestre sull'Arte e ci aiuterai a crescere e a mantenere la nostra informazione libera e indipendente.
ABBONATI A
FINESTRE SULL'ARTE



Arte antica     Politica e beni culturali     Patrimonio     Musei     Arte contemporanea     Rinascimento     Seicento     Novecento     Cinquecento     Ottocento     Quattrocento     Firenze     Barocco     Toscana     Roma