Al Castello Svevo oltre seicento reperti raccontano l'archeologia della Puglia


Il Castello Svevo di Bari presenta dal 5 dicembre 2022 al 31 marzo 2023 la mostra "Antichi Popoli di Puglia. L’archeologia racconta". Saranno esposti oltre seicento reperti, molti dei quali solitamente non esposti al pubblico. 

Dal 5 dicembre 2022 al 31 marzo 2023 il Castello Svevo di Bari presenta la mostra Antichi Popoli di Puglia. L’archeologia racconta, a cura di Massimo Osanna e Luca Mercuri. Un viaggio nel tempo attraverso l’archeologia della Puglia. Oggetti che raccontano popoli, e che narrano di incontri, scambi e scontri. Saranno esposti oltre seicento reperti, molti dei quali solitamente non esposti al pubblico, compresi in un arco di tempo che va dall’VIII secolo a.C. e arriva fino all’epoca dell’imperatore Augusto.

L’esposizione è prodotta interamente dal Ministero della Cultura e, in particolare, dalla Direzione Generale Musei, che l’ha ideata, e dalla Direzione Regionale Musei Puglia. Il percorso espositivo, in un allestimento scenografico, presenterà videoinstallazioni e opere provenienti dai musei della Direzione Regionale Musei Puglia, ma anche della Direzione Regionale Musei Basilicata, dal Museo Archeologico Nazionale di Taranto, da musei civici e regionali e dai depositi delle Soprintendenze, dando la possibilità al pubblico di vedere anche reperti solitamente non esposti.

“La consapevolezza che su questo territorio insista un così ricco patrimonio archeologico è il punto di partenza da cui nasce l’ambizioso progetto espositivo di Antichi Popoli di Puglia, che riunisce in un solo percorso i contesti e le opere più significative dell’archeologia pugliese”, ha commentato il Direttore Generale Musei Massimo Osanna. “L’allestimento diventa altresì occasione per evidenziare, anche con la presenza di opere usualmente non esposte, la pluralità di culture avvicendatesi nel territorio, attraverso una narrazione che ne valorizza i caratteri peculiari”. “Il ricco e variegato patrimonio archeologico della Puglia ha suggerito le linee tematiche della mostra, che ha trovato terreno fertile in tutti i Musei, le Soprintendenze e le altre istituzioni locali coinvolte in questa operazione ambiziosa”, ha aggiunto il Direttore Regionale Musei Puglia Luca Mercuri. “L’esposizione nasce come opportunità per valorizzare le collezioni dei luoghi della cultura del territorio ed è stata allestita nel Castello Svevo di Bari, cuore pulsante della città e monumento tra i più noti e visitati dell’intera regione, con numeri in straordinaria crescita”.

In occasione della mostra è stata realizzata inoltre l’installazione Chronos, collocata nella Sala Bona Sforza in modo da unire due sezioni della mostra. Viene raccontata la ciclicità di vita, guerra, morte e rinascita di un tempo caratterizzato da conflitti, conquiste e nuovi assetti che si fondono con i precedenti

Informazioni sulla mostra

Titolo mostraAntichi Popoli di Puglia. L’archeologia racconta
CittàBari
SedeCastello Svevo
DateDal 05/12/2022 al 31/03/2023
CuratoriMassimo Osanna, Luca Mercuri
TemiArcheologia

Al Castello Svevo oltre seicento reperti raccontano l'archeologia della Puglia
Al Castello Svevo oltre seicento reperti raccontano l'archeologia della Puglia


Se ti è piaciuto questo articolo abbonati a Finestre sull'Arte.
al prezzo di 12,00 euro all'anno avrai accesso illimitato agli articoli pubblicati sul sito di Finestre sull'Arte e ci aiuterai a crescere e a mantenere la nostra informazione libera e indipendente.
ABBONATI A
FINESTRE SULL'ARTE


Al Castello di Chantilly la più grande mostra su Dürer in Francia degli ultimi 25 anni
Al Castello di Chantilly la più grande mostra su Dürer in Francia degli ultimi 25 anni
Alle Terme di Diocleziano Le Forme del Tempo, inedito dialogo tra fotografia e archeologia
Alle Terme di Diocleziano Le Forme del Tempo, inedito dialogo tra fotografia e archeologia
A Bologna una mostra sulla pittrice bolognese del '900 Norma Mascellani, con oltre cento dipinti
A Bologna una mostra sulla pittrice bolognese del '900 Norma Mascellani, con oltre cento dipinti
A Milano arriva la prima mostra italiana della giapponese Leiko Ikemura
A Milano arriva la prima mostra italiana della giapponese Leiko Ikemura
Milano, alla galleria Tommaso Calabro la mostra su Alexander Iolas, gallerista dimenticato
Milano, alla galleria Tommaso Calabro la mostra su Alexander Iolas, gallerista dimenticato
A Genova la prima edizione della Biennale Arte e Ambiente
A Genova la prima edizione della Biennale Arte e Ambiente



MAGAZINE
primo numero
NUMERO 1

SFOGLIA ONLINE

MAR-APR-MAG 2019
secondo numero
NUMERO 2

SFOGLIA ONLINE

GIU-LUG-AGO 2019
terzo numero
NUMERO 3

SFOGLIA ONLINE

SET-OTT-NOV 2019
quarto numero
NUMERO 4

SFOGLIA ONLINE

DIC-GEN-FEB 2019/2020