Dancing with myself a Punta della Dogana


Fino al 16 dicembre 2018 Punta della Dogana a Venezia presenta la mostra collettiva Dancing with myself.

A Punta della Dogana a Venezia è in corso fino al 16 dicembre 2018 la mostra collettiva "Dancing with myself".

L’esposizione, già presentata a Essen nel 2016, è stata arricchita con oltre 56 opere non esposte nella prima versione tedesca.

La rassegna intende evidenziare l’importanza del ritratto nell’arte dagli anni Settanta a oggi e l’autoritratto dell’artista come soggetto dell’opera.
Questi ritratti si suddividono nel corso del percorso espositivo in quattro temi, ovvero la Melancolia, il gioco ironico dell’identità, l’Autobiografia politica e la Materia Prima.
145 opere realizzate con differenti linguaggi e tecniche, come la fotografia, il video, la pittura, la scultura, l’installazione per riflettere sulla rappresentazione di sé.

Presenti opere di Cindy Sherman, Urs Lüthi, Gilbert & George, Rudolf Stingel, Alighiero Boetti, Urs Fischer.

“Dancing with myself” è curata da Martin Bethenod e Florian Ebner ed è nata dalla collaborazione tra la Pinault Collection e il Museum Folkwang di Essen.

Per informazioni: www.palazzograssi.it

Orari: Tutti i giorni dalle 10 alle 19 (ultimo ingresso alle 18). Chiuso il martedì. Aperture straordinarie il 25 aprile e l’1 maggio.

Biglietti Palazzo Grassi + Punta della Dogana: intero 18 euro, ridotto 15 euro. 

 

Dancing with myself a Punta della Dogana
Dancing with myself a Punta della Dogana


Se ti è piaciuto questo articolo abbonati a Finestre sull'Arte.
al prezzo di 12,00 euro all'anno avrai accesso illimitato agli articoli pubblicati sul sito di Finestre sull'Arte e ci aiuterai a crescere e a mantenere la nostra informazione libera e indipendente.
ABBONATI A
FINESTRE SULL'ARTE



Arte antica     Politica e beni culturali     Patrimonio     Musei     Arte contemporanea     Rinascimento     Seicento     Ottocento     Novecento     Cinquecento     Firenze     Quattrocento     Barocco     Genova     Roma    

NEWSLETTER