#EnjoyEternity: mummie e smartphone a Torino


EnjoyEternity, le foto di Sharon Ritossa sono in mostra al Museo Egizio di Torino. L’antico Egitto incontra gli schermi degli smartphone

Nella giornata di mercoledì è stata inaugurata al Museo Egizio di Torino, in collaborazione con CAMERA – Centro Italiano per la Fotografia, la mostra #EnjoyEternity, un progetto fotografico dell’artista Sharon Ritossa, vincitrice del bando Hangar Creatività, e curato da Virginia Cimino.

Un progetto insolito in cui l’antico Egitto incontra gli schermi dei moderni smartphone suddiviso in tre sezioni: nella prima le imponenti sfingi risalenti al Nuovo Regno si scompongono e ricompongono in centinaia di immagini scattate con uno smartphone, testimoniando il bisogno dei visitatori di immortalare i reperti per conservarne un dettaglio; nella seconda sezione il tema principale è il colore, declinato nella scala RGB (Red, Green, Blue) dello schermo, che riporta il passato ai suoi antichi splendori con cromie contemporanee e lo espone su lunghi rotoli di carta stampata, moderni e variopinti papiri; nell’ultima sezione l’immagine di un corpo femminile avvolto in un filo che emana luce, una mummia dell’era tecnologica, forse un corpo donato alla sua stessa autocelebrazione. Una scelta che, nei colori e nel materiale, porta il visitatore a riflettere ancora una volta sul rapporto tra tecnologia e immagini, in uno spazio che è fuori dallo schermo, ma non necessariamente nella realtà.

Sharon Ritossa dichiara: “L’atteggiamento ipnotico che si genera al cospetto dello smartphone, piccolo oggetto retroilluminato che ha conquistato la nostra quotidianità, sembra avere delle analogie con un antico passato dove icone e totem dorati diventano portatori di verità rivelatrici. Guardiamo con e attraverso uno schermo per conoscere e vivere un’epoca contraddistinta da salti continui tra mondo reale e irreale e dove passato e presente coesistono. Il nostro dispositivo portatile diventa la chiave di accesso per uno spazio/tempo eterno, che rappresenta tutto quello che non è qui e ora, eppure fa parte del nostro costante presente”.

“Un bel modo innovativo per avvicinare arte antica e i nuovi linguaggi”, aggiungono Evelina Cristhillin, presidente del Museo Egizio, e Walter Guadagini, direttore di Camera. Promossa dall’Assessorato alla Cultura e Turismo della Regione Piemonte e coordinata dalla Fondazione Piemonte dal Vivo, la mostra rimarrà aperta fino al 26 Febbraio.

Gli orari d’apertura del Museo Egizio sono: Lunedì dalle 9 alle 14 e dal Martedì alla Domenica dalle 9 alle 18.30. Gli orari d’apertura presso CAMERA - Centro Italiano per la Fotografia (Via delle Rosine 18, Torino) sono: Lunedì dalle 14 alle 19, Martedì chiuso, Mercoledì dalle 11 alle 19, Giovedì dalle 11 alle 21 e dal Venerdì alla Domenica dalle 11 alle 19.

#EnjoyEternity: mummie e smartphone a Torino
#EnjoyEternity: mummie e smartphone a Torino


Se ti è piaciuto questo articolo abbonati a Finestre sull'Arte.
al prezzo di 12,00 euro all'anno avrai accesso illimitato agli articoli pubblicati sul sito di Finestre sull'Arte e ci aiuterai a crescere e a mantenere la nostra informazione libera e indipendente.
ABBONATI A
FINESTRE SULL'ARTE



Arte antica     Politica e beni culturali     Patrimonio     Musei     Arte contemporanea     Rinascimento     Seicento     Ottocento     Novecento     Cinquecento     Firenze     Quattrocento     Barocco     Genova     Roma    

NEWSLETTER