Escher è in mostra anche a Catanzaro: il grande artista subì il fascino della Calabria


Dal 20 novembre 2018 al 20 gennaio 2019 Catanzaro ospita la mostra ’Escher. La Calabria, il Mito’ che parla delle influenze della regione sull’artista olandese.

Già protagonista di una mostra che porta il suo nome a Napoli (qui la news), Maurits Cornelis Escher (Leeuwarden, 1898 - Laren, 1972) sarà al centro di un’altra mostra aperta dal 20 novembre 2018 al 20 gennaio 2019 a Catanzaro intitolata Escher. La Calabria, il Mito. Curata da Federico Giudiceandrea e Domenico Piraina, la mostra sarà allestita al Complesso monumentale del San Giovanni e si prefiggerà il compito di mostrare l’influenza che la Calabria, i suoi paesaggi e le sue architetture hanno trasmesso al pittore olandese, che soggiornò in regione negli anni Trenta.

La rassegna esporrà 86 opere dell’artista, tra cui Fuochi d’artificio (1933) e Sogno e Senglea (1935) esposte in Italia per la prima volta, ma anche Morano, Pentedattilo e Rocca Imperiale (tutte del 1930), ma anche le vedute di Scilla, Tropea, Santa Severina e Rossano (datate 1931): tutte opere ispirate dal soggiorno in Calabria.

Ci sarà anche un touch screen che permetterà ai visitatori di vedere i luoghi attraversati da Escher e i ricordi che annotava sul suo diario. Le immagini della Calabria, come del resto quelle di tutta la penisola, rimasero indelebili nella mente e nelle opere future dell’artista, al punto che in Dream, del 1935, è ripresa la mantide religiosa disegnata a Pentadattilo cinque anni prima.
“La Città di Catanzaro”, commentano il sindaco Sergio Abramo e il vicesindaco, Ivan Cardamone, assessore comunale alla Cultura, “è orgogliosa di poter ospitare questa grande mostra che accenderà per due mesi i riflettori sul capoluogo di regione riconosciuto quale punto di riferimento del panorama culturale in Calabria e al Sud. L’obiettivo che ha animato questa iniziativa, che ha visto mettere in moto una complessa macchina organizzativa con la sinergia di diversi soggetti pubblici e privati, è stato quello di proiettare la nostra città al centro dei più ampi circuiti culturali nazionali contribuendo a far parlare di Catanzaro in termini positivi. Un grande evento, dedicato ad un artista apprezzato in tutto il mondo, che siamo convinti potrà generare una forte ricaduta in termini di immagine, di indotto economico, di crescita e sviluppo culturale per il nostro territorio”.

Prodotta e organizzata dal Comune di Catanzaro e dall’Assessorato alla Cultura della città di Catanzaro con il Gruppo Arthemisia e il contributo della Regione Calabria, la mostra è in collaborazione con la M.C. Escher Foundation.

Nell’immagine: Maurits Cornelis Escher, Pentedattilo, Calabria (1930; litografia, 22,5 x 19,7 cm, collezione privata). All M.C. Escher works © 2018 The M.C. Escher Company. All rights reserved

Escher è in mostra anche a Catanzaro: il grande artista subì il fascino della Calabria
Escher è in mostra anche a Catanzaro: il grande artista subì il fascino della Calabria


Se ti è piaciuto questo articolo abbonati a Finestre sull'Arte.
al prezzo di 12,00 euro all'anno avrai accesso illimitato agli articoli pubblicati sul sito di Finestre sull'Arte e ci aiuterai a crescere e a mantenere la nostra informazione libera e indipendente.
ABBONATI A
FINESTRE SULL'ARTE



Arte antica     Politica e beni culturali     Patrimonio     Musei     Arte contemporanea     Rinascimento     Seicento     Ottocento     Novecento     Cinquecento     Firenze     Quattrocento     Barocco     Genova     Roma    

NEWSLETTER