Cinecittà celebra il centenario di Federico Fellini con una mostra sulla sua collaborazione con Dante Ferretti


Cinecittà celebra i 100 anni dalla nascita di Federico Fellini con Felliniana – Ferretti sogna Fellini, una Mostra-installazione che apre dal 1° febbraio al 31 dicembre all’interno della storica ’Palazzina Fellini’.

L’evento vuole mostrare come il regista de La dolce vita ha ispirato lo scenografo premio Oscar Dante Ferretti e la sua collaboratrice Francesca Lo Schiavo. Dal sodalizio tra Fellini e Ferretti nacque da un incontro sul set di Satyricon nel 1969 che diede vita alla collaborazione per La città delle donne, a cui seguono Prova d’orchestra (1978), E la nave va (1983), Ginger e Fred (1986) e La voce della luna (1990).

Felliniana, prodotta e promossa da Istituto Luce-Cinecittà, si articola in tre sezioni. La sala centrale, scenografata dalle locandine dei film come in un magnifico affresco, racconta l’automobile, un rito assiduo tra il regista e lo scenografo: il tragitto sulla Fiat 125, con cui Federico Fellini si recava a Cinecittà spesso accompagnato da Dante Ferretti, e con la quale la notte amava aggirarsi con gli amici per le strade romane (e di cui Ettore Scola in Che strano chiamarsi Federico ha dato una memorabile elegia). Uno spazio fisico (per Fellini un vero e proprio luogo di lavoro) e temporale in cui avevano luogo conversazioni e scambi di idee, ma anche racconti di sogni, su cui Fellini interrogava il suo scenografo. Il percorso prosegue nella “Casa di piacere”, sala sintesi dell’immaginario racchiuso ne La città delle donne, con lo scivolo toboga e le soubrettes che circondano Marcello Mastroianni. E porta nella sala finale, quella del Fulgor, luogo emblematico per l’infanzia di Fellini e la sua iniziazione al cinema, già restaurato a Rimini da Ferretti. Nelle tre sale, con la sintesi magica di cui sono capaci gli artisti, Ferretti costruisce una nuova casa ideale di Fellini. Dei nuovi cassetti in cui racchiudere i sogni del Maestro condivisi con lui.

La mostra si avvale di importanti contributi che ha visto coinvolti gli scultori di Makinarium, eccellenza nel settore degli effetti speciali, per la realizzazione dei manichini dei protagonisti e delle comparse; della ricerca e della selezione dei costumi, a cura di Anna Lombardi (A.S.C.); della Sartoria Il Costume e dell’attrezzeria scenica E. Rancati;  ma soprattutto del lavoro degli artigiani, dei falegnami e delle maestranze che lavorano a Cinecittà; che hanno fatto e fanno ancora grande il cinema italiano e internazionale.

Per tutte le informazioni potete visitare il sito Cinecittà si mostra.

Cinecittà celebra il centenario di Federico Fellini con una mostra sulla sua collaborazione con Dante Ferretti
Cinecittà celebra il centenario di Federico Fellini con una mostra sulla sua collaborazione con Dante Ferretti


Se ti è piaciuto questo articolo abbonati a Finestre sull'Arte.
al prezzo di 12,00 euro all'anno avrai accesso illimitato agli articoli pubblicati sul sito di Finestre sull'Arte e ci aiuterai a crescere e a mantenere la nostra informazione libera e indipendente.
ABBONATI A
FINESTRE SULL'ARTE



Arte antica     Politica e beni culturali     Patrimonio     Musei     Arte contemporanea     Rinascimento     Seicento     Ottocento     Novecento     Cinquecento     Firenze     Quattrocento     Barocco     Genova     Roma    

NEWSLETTER