Firenze, alla Biblioteca Nazionale Centrale una mostra sulla costruzione del mito di Leonardo tra Otto e Novecento


Dal 5 dicembre 2019 al 14 marzo 2020 la BNCF di Firenze ospita la mostra ’Leonardo di carta in carta: la costruzione del mito tra Ottocento e Novecento’.

La Biblioteca Nazionale Centrale di Firenze ha organizzato, nell’ambito delle celebrazioni per i cinquecento anni della morte di Leonardo, un’esposizione, in Sala Dante e nel corridoio adiacente, incentrata sulla nascita e sullo sviluppo del mito leonardiano in Italia e in Europa. L’esposizione, in programma dal 5 dicembre 2019 al 14 marzo 2020, si intitola Leonardo di carta in carta: la costruzione del mito tra Ottocento e Novecento.

Punto di partenza è il 1796, con il trasferimento, voluto da Napoleone, dei codici vinciani della Biblioteca Ambrosiana in Francia, in un crescendo esponenziale e inarrestabile per tutto l’Ottocento fino al 1939, con la grandiosa Mostra di Leonardo da Vinci e delle invenzioni italiane di Milano, che rappresentò il culmine della trasfigurazione del pittore toscano in simbolo perfetto del genio italico, sintesi “divina” di arte e scienza.

Sono esposti circa centodieci documenti di varie tipologie, in otto sezioni, secondo una progressione cronologica e tematica, che esplorano il mito nelle sue valenze e negli ambiti più complessi: dalla ristretta cerchia accademica alla riflessione letteraria e poetica, dalle implicazioni storiche e politiche nel Risorgimento alla divulgazione scolastica e popolare, dalle considerazioni psicoanalitiche freudiane alla dissacrazione operata dalle avanguardie artistiche del primo ‘900, fino alla stagione delle grandi Mostre italiane in epoca fascista che hanno come fulcro Leonardo, consacrato come genio precursore e universale. 

In mostra libri a stampa, manoscritti, carteggi, incisioni, periodici  insieme a fotografie, francobolli, cartoline illustrate, piccoli calendari e figurine, provenienti non solo dalle raccolte storiche dellabiblioteca ma anche da prestiti importanti di altri istituti e collezioni private.

Per tutte le informazioni potete visitare il sito ufficiale della Biblioteca Nazionale Centrale di Firenze.

Informazioni sulla mostra

Titolo mostraLeonardo di carta in carta: la costruzione del mito tra Ottocento e Novecento
CittàFirenze
SedeBiblioteca Nazionale Centrale
DateDal 05/12/2019 al 14/03/2020
TemiOttocento e Novecento

Firenze, alla Biblioteca Nazionale Centrale una mostra sulla costruzione del mito di Leonardo tra Otto e Novecento
Firenze, alla Biblioteca Nazionale Centrale una mostra sulla costruzione del mito di Leonardo tra Otto e Novecento


Se ti è piaciuto questo articolo
abbonati al magazine di Finestre sull'Arte.
176 pagine da sfogliare, leggere, sottolineare e collezionare.
176 pagine di articoli ed approfondimenti inediti ed esclusivi.
Lo riceverai direttamente a casa tua. Non lo troverai in edicola!

176 pagine, 4 numeri all'anno, al prezzo di 29,90 €

ABBONATI A
FINESTRE SULL'ARTE


Artiste donne creano una mostra sulle mestruazioni. E le opere sono fatte con un antico assorbente. Le foto
Artiste donne creano una mostra sulle mestruazioni. E le opere sono fatte con un antico assorbente. Le foto
Brescia, un'installazione interattiva dà il via alle celebrazioni del cinquecentenario di Raffaello
Brescia, un'installazione interattiva dà il via alle celebrazioni del cinquecentenario di Raffaello
Fontana, Burri, Guttuso e gli altri: a Palermo in mostra opere degli anni Cinquanta e Sessanta dalle sedi della Banca d'Italia
Fontana, Burri, Guttuso e gli altri: a Palermo in mostra opere degli anni Cinquanta e Sessanta dalle sedi della Banca d'Italia
Una New York insolita e periferica nelle fotografie di Antonio Rovaldi: “Il suono del becco del picchio” in mostra a Bergamo
Una New York insolita e periferica nelle fotografie di Antonio Rovaldi: “Il suono del becco del picchio” in mostra a Bergamo
Le più recenti opere di Franco Accursio Gulino in mostra a Palermo
Le più recenti opere di Franco Accursio Gulino in mostra a Palermo
Klee, Giacometti e tanti altri protagonisti alla grande retrospettiva sul Surrealismo svizzero a Lugano
Klee, Giacometti e tanti altri protagonisti alla grande retrospettiva sul Surrealismo svizzero a Lugano