Roma, in mostra le fotografie di Stefano Cigada che ritraggono le statue dei grandi musei


Frammenti. Fotografie di Stefano Cigada è la mostra in programma al Museo di Roma in Trastevere che, dal 22 gennaio al 15 marzo, presenta il lavoro di Stefano Cigada, attraverso il medium fotografico, per indagare il patrimonio statuario di alcuni grandi Musei.

Il suo percorso si distingue dalla ricerca di altri fotografi contemporanei e pone l’accento su alcuni particolari delle statue antiche mettendone in risalto le parti danneggiate, ferite ancora vive che possono essere assimilate alla “carne viva”.

La combinazione dei due media, la scultura e la fotografia, caratterizza il lavoro concettuale di Cigada che nell’esaltare i frammenti di statue attraverso frammenti fotografici ci restituisce un’indagine raffinata e colta sull’ambivalenza e sull’incompletezza dell’esistenza stessa.

Il percorso espositivo suddiviso in tre ambienti presenta circa 20 immagini realizzate con sofisticate tecniche di stampa. 

Il progetto prevede anche un percorso didattico dedicato alle scuole.

La mostra è a cura di Jill Silverman von Coenegrachts.

Per tutte le informazioni potete visitare il sito ufficiale del Museo di Roma in Trastevere.

Informazioni sulla mostra

Titolo mostraFrammenti. Fotografie di Stefano Cigada
CittàRoma
DateDal 22/01/2020 al 15/03/2020

Roma, in mostra le fotografie di Stefano Cigada che ritraggono le statue dei grandi musei
Roma, in mostra le fotografie di Stefano Cigada che ritraggono le statue dei grandi musei


Finestre sull'arte
Se questo articolo ti è piaciuto o lo hai ritenuto interessante,
iscriviti alla nostra newsletter gratuita!
Niente spam, una sola uscita la domenica, più eventuali extra, per aggiornarti su tutte le nostre novità!

La tua lettura settimanale su tutto il mondo dell'arte

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER



Arte antica     Politica e beni culturali     Patrimonio     Musei     Arte contemporanea     Rinascimento     Seicento     Novecento     Cinquecento     Ottocento     Quattrocento     Toscana     Firenze     Barocco     Roma