La prima grande antologica su Giovanni Paolo Bedini a Bologna


Palazzo d’Accursio a Bologna ospita la prima grande antologica dedicata all’artista emiliano Giovanni Paolo Bedini.

Palazzo d’Accursio di Bologna accoglie dal 2 dicembre 2018 al 3 febbraio 2019 la mostra "Giovanni Paolo Bedini. Il fascino della spensieratezza 1844-1924" curata da Giuseppe Mancini. Si tratta della prima grande antologica dedicata all’intera produzione artistica del pittore emiliano che fu attivo fino agli anni Venti del Novecento.

Il pubblico potrà ammirare circa sessanta opere provenienti da collezioni pubbliche e private, alle quali saranno affiancati dipinti di artisti a lui contemporanei, al fine di presentare la sua arte e il contesto nella quale operò Bedini. Tra le sue opere, numerosi dipinti ad olio e acquerelli realizzati seguendo un’arte allegra e vivace, molto apprezzata dalla critica.

La mostra è promossa da Bologna per le Arti, associazione culturale impegnata da diversi anni nel sostegno e nella valorizzazione della pittura bolognese dell’Ottocento e del Novecento.

L’inaugurazione si terrà sabato 1 dicembre 2018 alle ore 17.30 presso la Sala Ercole di Palazzo d’Accursio a Bologna.

Per info: www.bolognaperlearti.it

Orari: martedì, mercoledì, giovedì, sabato e domenica dalle ore 10.00 alle ore 18.30 e venerdì dalle 15 alle 18.30. Lunedì chiuso.

Ingresso gratuito

Immagine: Giovanni Paolo Bedini, La veste nuova (olio su tela, 50 x 37 cm, collezione privata)

La prima grande antologica su Giovanni Paolo Bedini a Bologna
La prima grande antologica su Giovanni Paolo Bedini a Bologna


Se ti è piaciuto questo articolo abbonati a Finestre sull'Arte.
al prezzo di 12,00 euro all'anno avrai accesso illimitato agli articoli pubblicati sul sito di Finestre sull'Arte e ci aiuterai a crescere e a mantenere la nostra informazione libera e indipendente.
ABBONATI A
FINESTRE SULL'ARTE



Arte antica     Politica e beni culturali     Patrimonio     Musei     Arte contemporanea     Rinascimento     Seicento     Ottocento     Novecento     Cinquecento     Firenze     Quattrocento     Barocco     Genova     Roma    

NEWSLETTER