Il Cristo di Howtan Re grida Save me!


Dall’11 dicembre 2019 presso Howtan Space a Roma la personale dell’artista Howtan Re, Save me!

Dall’11 dicembre 2019 al 14 febbraio 2020, presso Howtan Space a Roma, sarà allestita la personale dell’artista Howtan Re (Teheran, 1974), dal titolo Save me!

Curata da Barbara Martusciello, la mostra presenta quattordici sculture collocate su una grande parete-schermo in dialogo con una scritta al neon

Le sculture hanno l’aspetto di Cristo e sono quattordici come le stazioni della Via Crucis; queste dialogano con una scritta al neon che rappresenta una richiesta d’aiuto ribaltata, poiché è Cristo che reclama il sostegno dell’uomo affinché salvaguardi il suo messaggio. 

Con questa opera Howtan Re intende condurre a una riflessione sulla perdita di umanità e spiritualità, laica o religiosa, ed esprimere concordia e pacificazione per riportare al centro l’umanità. 

Il Cristo rappresentato dall’artista nelle sculture fonde maschile e femminile; ogni Cristo è diverso, ha una corona di spina e compie il suo estremo atto di sacrificio contro ogni forma d’ingiustizia e discriminazione. Attraverso una delle icone più riconoscibili della cultura occidentale, Howtan Re intende superare pertinenze di esclusività della fede per elevarlo a un simbolo universale di condivisione e di conciliazione

Orari: Da lunedì a venerdì dalle 12 alle 19. 

Ingresso gratuito

Ph.Credit Howtan Space

Il Cristo di Howtan Re grida Save me!
Il Cristo di Howtan Re grida Save me!


Se ti è piaciuto questo articolo abbonati a Finestre sull'Arte.
al prezzo di 12,00 euro all'anno avrai accesso illimitato agli articoli pubblicati sul sito di Finestre sull'Arte e ci aiuterai a crescere e a mantenere la nostra informazione libera e indipendente.
ABBONATI A
FINESTRE SULL'ARTE



Arte antica     Politica e beni culturali     Patrimonio     Musei     Arte contemporanea     Rinascimento     Seicento     Ottocento     Novecento     Cinquecento     Firenze     Quattrocento     Barocco     Genova     Roma    

NEWSLETTER