Il Monte Rosa tra fotografia e scienza: una mostra al Forte di Bard con foto inedite


Fino al 6 gennaio 2021, il Forte di Bard (Aosta) ospita la mostra fotografica “L'Adieu des glaciers. Il Monte Rosa: ricerca fotografica e scientifica”.

Al Forte di Bard è in corso, fino al 6 gennaio 2021, la mostra fotografica L’Adieu des glaciers. Il Monte Rosa: ricerca fotografica e scientifica, un viaggio alla scoperta dei ghiacciai di alcune delle cime più note delle Alpi e dei cambiamenti in atto sotto il profilo climatico. Ma non solo: si tratta infatti di una mostra che unisce fotografia, ricerca scientifica e arte, in un dialogo iconografico tra passato e presente. Tutto questo è L’Adieu des glaciers, un progetto quadriennale che, nel 2020, parte dai ghiacciai italiani del Monte Rosa.

Gli aspetti fotografici della mostra, allestita nelle Cannoniere della fortezza, sono curati da Enrico Peyrot, fotografo e ricercatore storico-fotografico, mentre gli aspetti scientifici da Michele Freppaz, professore del Dipartimento di Scienze Agrarie, Forestali e Alimentari dell’Università di Torino. L’identità glaciale del Monte Rosa viene presentata attraverso un corpus di cento fotografie inedite che raffigurano ambienti naturali e antropizzati, contesti e sodalizi storico-culturali, imprese scientifiche. Il progetto si avvale di opere di autorevoli autori e selezionate fotografie realizzate nel corso degli ultimi 150 anni e offre l’opportunità di apprezzare la qualità materico-fotografica delle stampe sia storiche che contemporanee, frutto di specifiche procedure, strumentazioni e materiali messi in opera nelle alte valli che nascono dal Monte Rosa.

L’apporto dei contenuti scientifici è stato condotto in collaborazione con il Comitato Glaciologico Italiano, la Cabina di Regia dei Ghiacciai Valdostani, la Fondazione Montagna Sicura, l’Arpa Valle d’Aosta, l’Archivio Scientifico e Tecnologico Università Torino (Astut), il Dipartimento di Scienze agrarie, forestali e alimentari (Disafa) dell’Università di Torino, il Centro Interdipartimentale sui rischi naturali in ambiente montano e collinare, il Dipartimento di Neuroscienze dell’Università di Torino e con il professor Marco Giardino, segretario generale del Comitato Glaciologico Italiano e il professor Piergiorgio Montarolo, direttore dell’Istituto Scientifico Angelo Mosso. Ha collaborato anche il Centro Addestramento Alpino.

La mostra gode del Patrocinio di Mountain Partnership.

Per tutte le informazioni potete visitare il sito ufficiale del Forte di Bard.

Il Monte Rosa tra fotografia e scienza: una mostra al Forte di Bard con foto inedite
Il Monte Rosa tra fotografia e scienza: una mostra al Forte di Bard con foto inedite


Se ti è piaciuto questo articolo abbonati a Finestre sull'Arte.
al prezzo di 12,00 euro all'anno avrai accesso illimitato agli articoli pubblicati sul sito di Finestre sull'Arte e ci aiuterai a crescere e a mantenere la nostra informazione libera e indipendente.
ABBONATI A
FINESTRE SULL'ARTE



Arte antica     Politica e beni culturali     Patrimonio     Musei     Arte contemporanea     Rinascimento     Seicento     Ottocento     Novecento     Cinquecento     Firenze     Quattrocento     Barocco     Genova     Roma    

NEWSLETTER