Una mostra su Alberto Burri e sul Grande Cretto di Gibellina a Riva del Garda


Dal 21 giugno al 3 novembre 2019, il MAG di Riva del Garda ospita la mostra ’La ferita della bellezza. Alberto Burri e il Grande Cretto di Gibellina’

La mostra itinerante La ferita della bellezza. Alberto Burri e il Grande Cretto di Gibellina è stata inaugurata al MAG - Museo Alto Garda di Riva del Garda dove rimane aperta dal 21 giugno fino al 3 novembre 2019.

Dopo essere stata allestita al Museo Carlo Bilotti Aranciera di Villa Borghese (qui la news), ora la mostra è in esposizione nella provincia di Trento fino al 3 novembre per mettere in evidenza la realizzazione del Grande Cretto di Gibellina e per esporre le fotografie in bianco e nero che Aurelio Amendola ha scattato riprendendo l’opera di Burri.

Orari: tutti i giorni dalle 10 alle 18. Chiuso i lunedì di ottobre.

Per tutte le informazioni potete telefonare al numero +39 0464 573869, mandare una mail a info@museoaltogarda.it oppure visitare il sito ufficiale del MAG di Riva del Garda.

Nell’immagine: Alberto Burri, Cretto G2 (1975; acrovinilico su cellotex, 172 x 151,5 cm; Città di Castello, Fondazione Palazzo Albizzini Collezione Burri)

Informazioni sulla mostra

Titolo mostraLa ferita della bellezza. Alberto Burri e il Grande Cretto di Gibellina
CittàRiva del Garda
DateDal 21/06/2019 al 03/11/2019

Una mostra su Alberto Burri e sul Grande Cretto di Gibellina a Riva del Garda
Una mostra su Alberto Burri e sul Grande Cretto di Gibellina a Riva del Garda


Finestre sull'arte
Se questo articolo ti è piaciuto o lo hai ritenuto interessante,
iscriviti alla nostra newsletter gratuita!
Niente spam, una sola uscita la domenica, più eventuali extra, per aggiornarti su tutte le nostre novità!

La tua lettura settimanale su tutto il mondo dell'arte

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER



Arte antica     Politica e beni culturali     Patrimonio     Musei     Arte contemporanea     Rinascimento     Seicento     Cinquecento     Novecento     Ottocento     Quattrocento     Toscana     Firenze     Barocco     Roma