La prima mostra dedicata a Sári Ember alla Galleria Campari


Apre il 23 maggio la prima mostra personale di Sári Ember, vincitrice del Campari Art Prize 2017.

Dal 23 maggio al 9 settembre ci sarà la prima mostra dedicata a Sári Ember (San Paolo del Brasile, 1985), artista ungherese vincitrice della prima edizione del Campari Art Prize, nato nel 2017 dalla collaborazione con Artissima in occasione della ventiquattresima edizione della Fiera. Sarà proprio la Galleria Campari di Sesto San Giovanni ad allestire l’esposizione dal titolo “Since our stories all sound alike”, a cura di Ilaria Bonacossa, direttrice di Artissima, e Michela Murialdo.

L’esposizione, si legge nella presentazione, “presenta una serie di opere inedite in ceramica, pietra e marmo, che per tratti e forme evocano volti, busti e maschere, creando un’aura magica custode di ricordi, identità perdute e portatrice di storie personali e collettive”.

“Since our stories all sound alike” verrà inaugurata il 22 maggio alle ore 19. Si potrà visitare la mostra negli orari d’apertura della galleria: dal martedì al venerdì Ore 10.00, 11.30, 14.00, 15.30 e 17.00, ogni secondo sabato del mese Ore 10.00, 11.30, 14.00, 15.30 e 17.00. Aperture serali ore 20.00 5 giugno; 3 luglio; 11 settembre; 2 ottobre; 6 novembre; 4 dicembre.

Per visitarla ci sono due opzioni:
Opzione 1) Visita gratuita, su prenotazione;
Opzione 2) Art&Mixology. Visita guidata serale condotta da uno storico dell’arte e da un mixologist + cocktail experience. Su prenotazione | 25€ a persona.
Per tutte le informazioni potete telefonare al numero +39 02 62251 oppure mandare una mail a galleria@campari.com.

La prima mostra dedicata a Sári Ember alla Galleria Campari
La prima mostra dedicata a Sári Ember alla Galleria Campari


Se ti è piaciuto questo articolo abbonati a Finestre sull'Arte.
al prezzo di 12,00 euro all'anno avrai accesso illimitato agli articoli pubblicati sul sito di Finestre sull'Arte e ci aiuterai a crescere e a mantenere la nostra informazione libera e indipendente.
ABBONATI A
FINESTRE SULL'ARTE



Arte antica     Politica e beni culturali     Patrimonio     Musei     Arte contemporanea     Rinascimento     Seicento     Ottocento     Novecento     Cinquecento     Firenze     Quattrocento     Barocco     Genova     Roma    

NEWSLETTER