Il Museo Galileo di Firenze ricostruisce la biblioteca di Leonardo da Vinci


Dal 6 giugno al 22 settembre 2019, il Museo Galileo di Firenze ospita la mostra Leonardo e i suoi libri. La biblioteca del Genio Universale, che intende rispondere a una precisa domanda: come lavorava Leonardo? La risposta migliore viene fornita dai suoi manoscritti. Contrariamente a quanto si pensa, Leonardo non era un “omo sanza lettere”, e non gli bastava l’insegnamento diretto della maestra Natura: aveva anche bisogno del dialogo con gli autori, antichi e moderni. Nel tempo, era diventato un appassionato lettore e collezionista di libri. E i libri, per lui, non erano solo oggetti: erano affascinanti ‘macchine’ mentali, da costruire e smontare, con i loro ingranaggi (parole, pensieri, immagini). Alla fine della sua vita, arriverà a possedere quasi duecento volumi: un numero straordinario per un ingegnere-artista del ‘400.

La biblioteca di Leonardo è uno degli aspetti meno conosciuti del suo laboratorio, perché si tratta di una biblioteca ’perduta’: un solo libro è stato finora identificato, il trattato di architettura e ingegneria di Francesco di Giorgio Martini conservato nella Biblioteca Medicea Laurenziana di Firenze, con postille autografe di Leonardo.

Per la prima volta, la mostra presso il Museo Galileo di Firenze tenterà la ricostruzione di questa biblioteca, in un percorso cronologico che racconta l’incontro di Leonardo con il mondo dei libri e della parola scritta: i documenti della famiglia Da Vinci, i primi grandi libri del giovane Leonardo (Dante, Ovidio), i grandi maestri (Alberti, Toscanelli, Pacioli). Saranno esposti manoscritti e incunaboli identificati con i testi utilizzati da Leonardo, affiancati da applicazioni multimediali che consentiranno di sfogliarli e confrontarli con i codici autografi. Verrà inoltre ricostruito lo studio di Leonardo con gli strumenti di scrittura e da disegno da lui utilizzati. L’intera biblioteca di Leonardo, grazie al lavoro di un’équipe internazionale di specialisti, sarà pubblicata online nella biblioteca digitale del Museo Galileo e costituirà una risorsa inestimabile per lo sviluppo degli studi vinciani.

La mostra, a cura di Carlo Vecce, è realizzata dal Museo Galileo in collaborazione con Commissione per l’Edizione Nazionale dei Manoscritti e dei Disegni di Leonardo da Vinci, Accademia Nazionale dei Lincei e Biblioteca Nazionale Centrale di Firenze, nel quadro del progetto di ricerca FISR “Scienza, storia, società in Italia. Da Leonardo a Galileo alle ’case’ dell’innovazione”, promosso e sostenuto dal Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca.

Per tutte le informazioni potete telefonare al numero +39 055 265311 oppure visitare il sito ufficiale del Museo Galileo.

Fonte: comunicato

Informazioni sulla mostra

Titolo mostraLeonardo e i suoi libri. La biblioteca del Genio Universale
CittàFirenze
SedeMuseo Galileo
DateDal 06/06/2019 al 22/09/2019
ArtistiLeonardo da Vinci
TemiLeonardo da Vinci

Il Museo Galileo di Firenze ricostruisce la biblioteca di Leonardo da Vinci
Il Museo Galileo di Firenze ricostruisce la biblioteca di Leonardo da Vinci


Se ti è piaciuto questo articolo abbonati a Finestre sull'Arte.
al prezzo di 12,00 euro all'anno avrai accesso illimitato agli articoli pubblicati sul sito di Finestre sull'Arte e ci aiuterai a crescere e a mantenere la nostra informazione libera e indipendente.
ABBONATI A
FINESTRE SULL'ARTE


Il Museo Correr celebra il doge e il capitano generale da mar Francesco Morosini, a 400 anni dalla sua nascita
Il Museo Correr celebra il doge e il capitano generale da mar Francesco Morosini, a 400 anni dalla sua nascita
Firenze, al Museo Novecento il giovane Davide Balliano dialoga con Arturo Martini
Firenze, al Museo Novecento il giovane Davide Balliano dialoga con Arturo Martini
Alla Fondation Beyeler in dialogo Bacon e Giacometti
Alla Fondation Beyeler in dialogo Bacon e Giacometti
Ai Musei Capitolini i capolavori ritrovati di Michelangelo
Ai Musei Capitolini i capolavori ritrovati di Michelangelo
Tra Pesaro, Urbino e Fano una grande mostra diffusa dedicata a Rossini
Tra Pesaro, Urbino e Fano una grande mostra diffusa dedicata a Rossini
Carpi, in primavera riapre la Pinacoteca di Palazzo dei Pio, con una mostra sulle collezioni
Carpi, in primavera riapre la Pinacoteca di Palazzo dei Pio, con una mostra sulle collezioni