Gli spazi industriali nelle fotografie a confronto di Gabriele Basilico e Luca Santiago Mora


Gli spazi industriali dello stabilimento Laterlite di Rubbiano ospitano la mostra Luce naturale: fotografie di Gabriele Basilico e di Luca Santiago Mora realizzate nello stesso stabilimento a distanza di quarant’anni. 

Dal 30 settembre al 30 novembre 2021 gli spazi industriali dello stabilimento Laterlite di Rubbiano di Solignano (Parma) ospitano la mostra Luce naturale, a cura di Daniele De Luigi e organizzata nell’ambito del programma Imprese Aperte, progetto promosso da UPI - Unione Parmense degli Industriali e dall’associazione Parma, io ci sto!, in collaborazione con l’ente di formazione Cisita, in occasione di Parma 2020+2021

Saranno esposte le fotografie scattate all’interno dello stesso stabilimento da Gabriele Basilico nel 1983 e da Luca Santiago Mora tra il 2017 e il 2020. Nelle fotografie a colori di Gabriele Basilico, “è come se la fabbrica raccontasse se stessa, con un fotografo che tende a nascondere la propria abilità facendosi passare per cronista”, scrive il curatore Daniele De Luigi. In quegli scatti viene rappresento anche un paesaggio storico, dagli anni Settanta, in cui la fabbrica era diventata simbolo della lotta operaia, agli anni Ottanta in cui la sfera del lavoro e quella del privato si separarono e i luoghi industriali tornarono a rappresentare solo se stessi.

A distanza di quasi quarant’anni, anche Luca Santiago Mora ha fotografato lo stabilimento Laterlite, ma in un contesto molto diverso, dove l’architettura non appare mai da sola, ma sembra esistere solo nel rapporto con l’ambiente, le persone e il tempo: da soggetto fotografico, la fabbrica si fa soggetto vivo per nuove relazioni. “Mora arretra dalla sua posizione privilegiata di fotografo e si chiede cosa la fabbrica vede intorno a sé”, scrive De Luigi, “le persone, gli automezzi, i materiali, ma soprattutto la natura, gli alberi, l’avvicendarsi del giorno e della notte, il ciclo delle stagioni”. Il progetto di Santiago Mora s’intitola Windows e nasce come installazione site-specific all’interno della Laterlite, dove è possibile trovare corrispondenze formali tra l’immagine e lo spazio reale.

In occasione dell’inaugurazione della mostra sarà presentato il risultato del progetto Arte Espansa, laboratorio creativo realizzato nel programma Parma 2020+2021 Imprese Creative Driven che ha coinvolto le maestranze di Laterlite nella realizzazione di un’opera d’arte collettiva: una progettazione partecipata ideata da muschi&licheni con l’obiettivo di creare un intervento di rigenerazione ambientale per un futuro percorso naturalistico, in via di produzione, realizzato da Laterlite, in collaborazione con gli studenti delle scuole medie di Fornovo, attorno allo stabilimento di Rubbiano e lungo il fiume Ceno, all’interno delle aree del Parco Fluviale Regionale del Taro.

La visita alla mostra è prenotabile tramite la piattaforma VivaTicket nelle date 7–13–23–27 ottobre, dalle ore 9 alle 11; oppure su appuntamento negli altri giorni scrivendo a laterlite@leca.it

Immagine: Rubbiano, 1982 © Gabriele Basilico

Informazioni sulla mostra

Titolo mostraLuce naturale
CittàRubbiano di Solignano
SedeStabilimento Laterlite
DateDal 30/09/2021 al 30/11/2021
ArtistiGabriele Basilico, Luca Santiago Mora
CuratoriDaniele De Luigi
TemiFotografia, Gabriele Basilico, Spazi industriali, Luca Santiago Mora

Gli spazi industriali nelle fotografie a confronto di Gabriele Basilico e Luca Santiago Mora
Gli spazi industriali nelle fotografie a confronto di Gabriele Basilico e Luca Santiago Mora


Finestre sull'arte
Se questo articolo ti è piaciuto o lo hai ritenuto interessante,
iscriviti alla nostra newsletter gratuita!
Niente spam, una sola uscita la domenica, più eventuali extra, per aggiornarti su tutte le nostre novità!

La tua lettura settimanale su tutto il mondo dell'arte

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER



Arte antica     Politica e beni culturali     Patrimonio     Musei     Arte contemporanea     Rinascimento     Seicento     Novecento     Cinquecento     Ottocento     Quattrocento     Toscana     Barocco     Firenze     Frammenti