Macerata celebra i cent'anni del Bauhaus


A Macerata, una mostra diffusa celebra il centesimo anniversario del Bauhaus attraverso documenti storici e installazioni di artisti che guardano al futuro.

Bauhaus 100: imparare, fare, pensare, questo il titolo della mostra a Macerata che celebra il centesimo anniversario della fondazione della scuola tedesca che ha rivoluzionato il design e l’architettura

Una mostra diffusa nelle sedi dei musei civici di Palazzo Buonaccorsi, della Biblioteca Mozzi Borgetti e di Palazzo Pellicani Silvestri, ex sede della Banca d’Italia, che intende individuare ciò che è rimasto di quello spirito rivoluzionario e interrogarsi sulla possibilità di progettare mettendo al centro le idee e non le cose.

Fino al 3 novembre 2019 i documenti storici della preziosa collezione Italo Rota dialogano con le installazioni di artisti che guardano al futuro: alcune sale sono dedicate a Ivo Pannaggi, artista maceratese e poliedrico innovatore che ha frequentato la scuola di Walter Gropius, mentre installazioni di artisti con lo sguardo rivolto verso il futuro sono state scelte da Maria Grazia Mattei di MEET, centro internazionale per la cultura digitale di Milano

La mostra è curata da Aldo Colonetti ed è promossa dalla Regione Marche, dal Comune di Macerata, Macerata Musei e organizzata da Sistema Museo. 

Per info: www.macerataculture.it

 

Informazioni sulla mostra

Titolo mostraBauhaus 100: imparare, fare, pensare
CittàMacerata
DateDal 19/07/2019 al 03/11/2019

Macerata celebra i cent'anni del Bauhaus
Macerata celebra i cent'anni del Bauhaus


Finestre sull'arte
Se questo articolo ti è piaciuto o lo hai ritenuto interessante,
iscriviti alla nostra newsletter gratuita!
Niente spam, una sola uscita la domenica, più eventuali extra, per aggiornarti su tutte le nostre novità!

La tua lettura settimanale su tutto il mondo dell'arte

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER



Arte antica     Politica e beni culturali     Patrimonio     Musei     Arte contemporanea     Rinascimento     Seicento     Cinquecento     Novecento     Ottocento     Quattrocento     Toscana     Firenze     Barocco     Roma