Al MAMbo la prima antologica in un museo di Cesare Pietroiusti


Dal 4 ottobre 2019 al 6 gennaio 2020 il MAMbo di Bologna ospita la prima antologica di Cesare Pietroiusti in un museo: Un certo numero di cose.

Il MAMbo - Museo d’Arte Moderna di Bologna accoglie dal 4 ottobre 2019 al 6 gennaio 2020 la prima antologica di Cesare Pietroiusti in un’istituzione museale. 

Un certo numero di cose / A Certain Number of Things sarà allestita nella Sala delle Ciminiere ed è curata da Lorenzo Balbi con l’assistenza curatoriale di Sabrina Samorì: il progetto di Pietroiusti è vincitore della IV edizione del bando Italian Council del 2018, concorso ideato dalla Direzione Generale Arte e Architettura contemporanee e Periferie urbane (DGAAP) del Ministero per i Beni e le Attività Culturali, per promuovere l’arte contemporanea italiana nel mondo. L’antologica parte da una riflessione sul concetto stesso di mostra retrospettiva e sulla effettiva possibilità di rappresentare un percorso di ricerca artistica in tale formato. Da questa indagine nasce l’idea-provocazione dell’artista di autonarrarsi non solo attraverso le opere prodotte, ma anche mediante oggetti, suggestioni, episodi, gesti, azioni, comportamenti, ricordi riferiti alla propria vita. 

Il percorso espositivo prende il via dagli oggetti-anno: dalla foto del piccolo Cesare in braccio alla balia (1955) al 1976 con documenti, foto, dischi, cassette, lettere, album di disegni, temi scolastici, storie, pagelle, tessere, libri, ricordi di viaggio, poesie che tracciano l’infanzia e l’adolescenza di Pietroiusti. Dal 1977 gli oggetti si spostano sulla sua attività artistica: disegni, fotografie, video, riviste, performance, pubblicazioni che raccontano quarant’anni di carriera. Ogni oggetto-anno è accompagnato da un racconto che lo inquadra e lo contestualizza. 

Gli oggetti che rappresentano gli anni compresi tra il 1955 al 2018 saranno disposti intorno all’ultimo oggetto-anno del 2019, posto al centro della sala. Un’opera che si realizza grazie a un laboratorio condotto da Pietroiusti su due sedi, al MAMbo e al Grazer Kunstverein di Graz. Il workshop coinvolge studenti e giovani artisti, con l’obiettivo di riprodurre insieme all’artista in forma fisica, performativa e narrativa, secondo un meccanismo di mise en abyme della mostra stessa, tutti gli oggetti esposti, in una forma di co-autorialità che interessa anche la fase ideativa. Entro il mese di settembre sarà completata la realizzazione delle riproduzioni che andranno a costituire il lavoro centrale, ovvero un insieme di sculture, dipinti, video, audio, fotografie, testi, cuore della mostra. Gioca un ruolo significativo lo scambio visivo tra gli originali e le riproduzioni. L’opera che sarà realizzata durante il workshop sarà poi trasferita al Madre - Museo d’arte contemporanea Donnaregina di Napoli

Per info: www.mambo-bologna.org

Al MAMbo la prima antologica in un museo di Cesare Pietroiusti
Al MAMbo la prima antologica in un museo di Cesare Pietroiusti


Se ti è piaciuto questo articolo abbonati a Finestre sull'Arte.
al prezzo di 12,00 euro all'anno avrai accesso illimitato agli articoli pubblicati sul sito di Finestre sull'Arte e ci aiuterai a crescere e a mantenere la nostra informazione libera e indipendente.
ABBONATI A
FINESTRE SULL'ARTE



Arte antica     Politica e beni culturali     Patrimonio     Musei     Arte contemporanea     Rinascimento     Seicento     Ottocento     Novecento     Cinquecento     Firenze     Quattrocento     Barocco     Genova     Roma    

NEWSLETTER