I gladiatori protagonisti di una grande mostra al MANN di Napoli


Il MANN - Museo Archeologico Nazionale di Napoli presenta dall’8 aprile al 31 ottobre 2020 una grande mostra sui gladiatori.

Dall’8 aprile al 31 ottobre 2020 sarà allestita presso il MANN - Museo Archeologico Nazionale di Napoli, Gladiatori: una grande mostra dove protagonisti saranno proprio i combattenti implacabili, nonché intrattenitori delle folle dell’Antica Roma. 

Sarà ospitata precisamente nel Salone della Meridiana del museo, all’interno del quale saranno visibili al pubblico 150 opere e oggetti da tutta Europa, per ripercorrere la storia dell’arte gladiatoria e per fornire uno sguardo sulla loro vita quotidiana.

Si partirà dalle origini dell’arte gladiatoria, nei giochi funebri del mondo greco, si illustreranno le prime manifestazioni dell’età repubblicana romana per arrivare infine agli eventi spettacolari organizzati in età imperiale. Saranno presenti reperti provenienti dalla palestra di Pompei e dal Parco Archeologico del Colosseo, ovvero dalle sedi dei più importanti anfiteatri dell’epoca, ma non mancheranno tracce che dimostrano la presenza dei gladiatori nelle province del centro e nord-Europa. Tra questi, i reperti provenienti dalla necropoli di York e il maestoso mosaico della città svizzera di Augusta Raurica raffigurante combattimenti in arena che verrà esposto per la prima volta in Italia dopo il restauro. E ancora, l’affresco che ritrae lo scontro tra Nocerini e Pompeiani avvenuto nell’arena di Pompei nel 59 d.C., rinvenuto 150 anni fa nel peristilio della Casa del Gladiatore di Pompei e oggi custodito nella collezione del MANN.

Antiche armature, elmi decorati, schinieri che proteggevano le gambe e scudi in bronzo e argento: elementi che costituivano l’immagine di questi combattenti. La mostra si baserà inoltre sugli studi e sui ritrovamenti più recenti per tracciare rigorosamente la figura del gladiatore: saranno esposti reperti relativi alla dieta dei gladiatori, ai luoghi in cui vivevano, al modo in cui trascorrevano le giornate (dagli allenamenti alla caccia), alle passioni e ai desideri privati, fino al rapporto con la morte, testimoniato dai testi delle iscrizioni funebri.

La rassegna è stata definita dal MANN come l’appuntamento più importante dell’anno. "Gladiatori sarà una mostra epocale. Un evento di rilevanza internazionale in cui per la prima volta saranno esposti assieme gli straordinari reperti delle collezioni del museo, a cominciare da quelli della palestra di Pompei, e le più importanti tracce lasciate dai gladiatori al di là delle Alpi. Sarà innovativa sia per il valore dei contenuti e delle nuove conoscenze di taglio antropologico, compreso il rinvenimento di informazioni su un gladiatore donna, sia per il ricco apparato multimediale che la accompagnerà e per l’offerta didattica rivolta ai bambini e ai ragazzi. Inoltre, anticiperà il raddoppio delle collezioni pompeiane del museo, previsto per marzo del 2021" ha dichiarato il direttore del MANN, Paolo Gulierini

La mostra è realizzata in collaborazione con l’Antikenmuseum di Basilea

Per info: www.museoarcheologiconapoli.it

Nell’immagine, Dittico di Aerobindo (VI secolo d.C.; Zurigo)

I gladiatori protagonisti di una grande mostra al MANN di Napoli
I gladiatori protagonisti di una grande mostra al MANN di Napoli


Se ti è piaciuto questo articolo abbonati a Finestre sull'Arte.
al prezzo di 12,00 euro all'anno avrai accesso illimitato agli articoli pubblicati sul sito di Finestre sull'Arte e ci aiuterai a crescere e a mantenere la nostra informazione libera e indipendente.
ABBONATI A
FINESTRE SULL'ARTE



Arte antica     Politica e beni culturali     Patrimonio     Musei     Arte contemporanea     Rinascimento     Seicento     Ottocento     Novecento     Cinquecento     Firenze     Quattrocento     Barocco     Genova     Roma    

NEWSLETTER