Materie prime. A Senigallia sculture e installazioni di grandi dimensioni sulla materia


La Rocca Roveresca di Senigallia ospita la mostra Materie prime. Artisti italiani contemporanei tra terra e luce, con opere di grandi dimensioni con e sulla materia.

Presso la Rocca Roveresca di Senigallia sarà allestita dal 6 settembre al 27 ottobre 2019 la mostra Materie prime. Artisti italiani contemporanei tra terra e luce

Saranno esposte circa settanta opere, in particolare sculture e installazioni di grandi dimensioni, realizzate da artisti appartenenti a diverse generazioni, ma accomunati da un lavoro condotto con la materia e sulla materia; tra gli artisti, Carlo Bernardini, Renata Boero, Giovanni Campus, Riccardo De Marchi, Emanuela Fiorelli, Franco Mazzucchelli, Nunzio, Paola Pezzi, Pino Pinelli, Paolo Radi, Arcangelo Sassolino, Paolo Scirpa, Giuseppe Spagnulo, Giuseppe Uncini e Grazia Varisco.

Ogni artista ha utilizzato il materiale più caratteristico del suo percorso artistico: sono dunque presenti opere in terracotta, in cemento, in ferro, in legno, in piombo, in gomma e luce. Il titolo stesso della mostra rimanda non solo alla materia, ma anche ai materiali; la materia è ciò che compone ogni cosa, concreta o astratta, fisica o ideale, mentre il materiale è la materia che viene applicata, usata.

“L’arte visiva, dalle Avanguardie storiche ad oggi, accanto ai materiali tradizionali quali la tela, la tavola, l’olio, il marmo, il bronzo, il gesso eccetera, si è servita di materie tra le più diverse ed anomale, dagli scarti agli oggetti comuni, dal carbone agli strumenti elettrici, dagli stracci ai vetri e così via, tanto che possiamo affermare, da Duchamp in poi, che ogni “materia” può essere funzionale alla creazione dell’opera d’arte” spiega uno dei curatori, Giorgio Bonomi

L’esposizione è curata da Giorgio Bonomi, Francesco Tedeschi e Matteo Galbiati ed è promossa dal Comune di Senigallia in collaborazione con il Polo Museale delle Marche

Per info: www.roccasenigallia.it

Orari: Da lunedì a domenica dalle ore 8.30 alle 19.30. 

Biglietti: Intero 5 euro, ridotto 2 euro. Gratuito fino a 18 anni.
Il 6 ottobre 2019 è previsto l’ingresso gratuito.

Immagine: Renata Boero, Sequenze - Fiori di carta (2019; 140 x 90 cm). Ph. Credit Studio Vandrasch, Milano

Informazioni sulla mostra

Titolo mostraMaterie prime. Artisti italiani contemporanei tra terra e luce
CittàSenigallia
SedeRocca Roveresca
DateDal 06/09/2019 al 27/10/2019
ArtistiGabriele D'Annunzio, Renata Boero, Riccardo De Marchi, Pino Pinelli, Grazia Varisco, Giuseppe Uncini, Emanuela Fiorelli, Paolo Radi, Carlo Bernardini, Giovanni Campus, Franco Mazzucchelli, Paola Pezzi, Arcangelo Sassolino, Paolo Scirpa, Giuseppe Spagnulo
TemiScultura

Materie prime. A Senigallia sculture e installazioni di grandi dimensioni sulla materia
Materie prime. A Senigallia sculture e installazioni di grandi dimensioni sulla materia


Se ti è piaciuto questo articolo abbonati a Finestre sull'Arte.
al prezzo di 12,00 euro all'anno avrai accesso illimitato agli articoli pubblicati sul sito di Finestre sull'Arte e ci aiuterai a crescere e a mantenere la nostra informazione libera e indipendente.
ABBONATI A
FINESTRE SULL'ARTE


Qualcos'altro. I monocromi di Mario Schifano in mostra a Milano
Qualcos'altro. I monocromi di Mario Schifano in mostra a Milano
Coming soon: Livorno si prepara alla grande retrospettiva dedicata ad Amedeo Modigliani
Coming soon: Livorno si prepara alla grande retrospettiva dedicata ad Amedeo Modigliani
Il design giapponese contemporaneo è in mostra a Roma fino al 19 maggio
Il design giapponese contemporaneo è in mostra a Roma fino al 19 maggio
Dal 3 novembre sette affreschi di Giandomenico Tiepolo svelati per la prima volta al pubblico
Dal 3 novembre sette affreschi di Giandomenico Tiepolo svelati per la prima volta al pubblico
Londra: Van Gogh e la Gran Bretagna in mostra nel 2019
Londra: Van Gogh e la Gran Bretagna in mostra nel 2019
Spettacolari opere d'arte a contatto col mare: ecco la Triennale di Beaufort 2018. Le foto
Spettacolari opere d'arte a contatto col mare: ecco la Triennale di Beaufort 2018. Le foto