Henri Matisse e il suo rapporto con il teatro in arrivo al Forte di Bard


Dal 7 luglio al 14 ottobre 2018 il Forte di Bard accoglie la mostra Henri Matisse. Sulla scena dell’arte: si indagherà sul suo rapporto con il teatro.

"Henri Matisse. Sulla scena dell’arte": questa la mostra che il Forte di Bard accoglierà dal 7 luglio al 14 ottobre 2018.

Una mostra incentrata su Matisse e sul suo rapporto con il teatro e con le sue opere legate alla drammaturgia

Oltre 90 opere suddivise in quattro grandi sezioni: Costumi di scena, Matisse e le sue modelle, le odalische, il jazz. Sarà presentato inoltre il forte interesse dell’artista per il decorativismo d’influenza orientaleggiante attraverso tappeti, abiti, oggetti di oreficeria concessi in prestito dalla famiglia Matisse.

L’artista cominciò a realizzare costumi di scena e scenografie nel 1919 per il balletto “Il canto dell’usignolo”, esperienza che si ripeterà nel 1939 in occasione del balletto “Rouge et Noir”.
Cominciò inoltre a collezionare abiti per le sue modelle, interessandosi all’alta moda; tra le sue modelle spicca l’assistente Lydia Delectorskaya.
Agli inizi degli anni Quaranta Matisse sviluppò la tecnica dei papiers décupés: spicca Jazz, una serie di 40 opere realizzate utilizzando questa tecnica.

Per info: www.fortedibard.it

Orari: Da martedì a venerdì dalle 10 alle 18: sabato, domenica e festivi dalle 10 alle 19. Dall’1 luglio al 2 settembre dalle 9.30 alle 19.30.

Immagine: Henri Matisse, Poésies 05 (335 x 250 mm)

 

 

Henri Matisse e il suo rapporto con il teatro in arrivo al Forte di Bard
Henri Matisse e il suo rapporto con il teatro in arrivo al Forte di Bard


Se ti è piaciuto questo articolo abbonati a Finestre sull'Arte.
al prezzo di 12,00 euro all'anno avrai accesso illimitato agli articoli pubblicati sul sito di Finestre sull'Arte e ci aiuterai a crescere e a mantenere la nostra informazione libera e indipendente.
ABBONATI A
FINESTRE SULL'ARTE



Arte antica     Politica e beni culturali     Patrimonio     Musei     Arte contemporanea     Rinascimento     Seicento     Ottocento     Novecento     Cinquecento     Firenze     Quattrocento     Barocco     Genova     Roma    

NEWSLETTER