Al MAXXI L'Aquila una grande collettiva sulla memoria e la metamorfosi


Il MAXXI L’Aquila presenta fino al 19 febbraio 2023 la grande collettiva internazionale “Afterimage” che intende essere una riflessione per immagini sui temi della memoria e della metamorfosi.

Fino al 19 febbraio 2023 il MAXXI L’Aquila presenta la mostra Afterimage, a cura di Bartolomeo Pietromarchi e Alessandro Rabottini.

Una grande collettiva internazionale con ventisei artisti di diverse generazioni, composta da nuove committenze e installazioni site-specific, opere storiche della Collezione MAXXI, sale monografiche con opere che spaziano dagli anni Sessanta a oggi. La mostra intende essere una riflessione per immagini sui temi della memoria e della metamorfosi. Una riflessione sul coesistere di permanenza e transitorietà come una condizione universale, radicata nella natura stessa dell’esistenza umana, nel destino dei manufatti, dei luoghi, dei significati e delle immagini.

Il titolo della collettiva si riferisce all’illusione ottica chiamata afterimage (ovvero immagine residua): un fenomeno per cui uno stimolo visivo, come il flash della macchina fotografica, produce un’impressione sulla retina che persiste anche dopo il proprio passaggio.

Il visitatore è invitato a stabilire associazioni intuitive e spontanee tra le opere, la storia e l’architettura delle sale di Palazzo Ardinghelli e la storia dell’Aquila. Passando attraverso un’ampia varietà di media, Afterimage riunisce fotografia e video, interventi spaziali, dipinti e sculture ed esplora le intersezioni tra iconografie frammentate, materiali mutevoli, memorie percettive e corpi in trasformazione.

Vengono proposte quattro linee di narrazione: il materiale e la memoria, l’immagine mutevole, il corpo svelato, l’architettura interiore.

Gli artisti in mostra sono Francis Alÿs, Francesco Arena, Stefano Arienti, Benni Bosetto, Mario Cresci, June Crespo, Thomas Demand, Paolo Gioli, Massimo Grimaldi, Bronwyn Katz, Esther Kläs, Oliver Laric, Tala Madani, Anna Maria Maiolino, Marisa Merz, Luca Maria Patella, Hana Miletić, Luca Monterastelli, Frida Orupabo, Pietro Roccasalva, Mario Schifano, Elisa Sighicelli, Paloma Varga Weisz, Danh Vo, Dominique White, He Xiangyu.

Per info: https://maxxilaquila.art/

Foto di Andrea Rossetti

Al MAXXI L'Aquila una grande collettiva sulla memoria e la metamorfosi
Al MAXXI L'Aquila una grande collettiva sulla memoria e la metamorfosi


Se ti è piaciuto questo articolo abbonati a Finestre sull'Arte.
al prezzo di 12,00 euro all'anno avrai accesso illimitato agli articoli pubblicati sul sito di Finestre sull'Arte e ci aiuterai a crescere e a mantenere la nostra informazione libera e indipendente.
ABBONATI A
FINESTRE SULL'ARTE


Alla Biblioteca Braidense in mostra la collezione Adler di libri sovietici per bambini
Alla Biblioteca Braidense in mostra la collezione Adler di libri sovietici per bambini
A La Spezia una mostra sul presepe tra arte antica e contemporanea, con opere di Maria Lai, Melotti e Pistoletto
A La Spezia una mostra sul presepe tra arte antica e contemporanea, con opere di Maria Lai, Melotti e Pistoletto
All'antico setificio di Cuneo in mostra 100 scatti di Steve McCurry, iconici e inediti
All'antico setificio di Cuneo in mostra 100 scatti di Steve McCurry, iconici e inediti
Abramović, Spoerri, Yoko Ono. Grandi artisti indagano il tema della comunit a Merano Arte
Abramović, Spoerri, Yoko Ono. Grandi artisti indagano il tema della comunit a Merano Arte
Ti Bergamo: alla GAMeC la mostra che racconta con l'arte l'epidemia di Covid a Bergamo
Ti Bergamo: alla GAMeC la mostra che racconta con l'arte l'epidemia di Covid a Bergamo
Quando la muffa crea opere d'arte: a Roma una mostra del duo TTOZOI
Quando la muffa crea opere d'arte: a Roma una mostra del duo TTOZOI



MAGAZINE
primo numero
NUMERO 1

SFOGLIA ONLINE

MAR-APR-MAG 2019
secondo numero
NUMERO 2

SFOGLIA ONLINE

GIU-LUG-AGO 2019
terzo numero
NUMERO 3

SFOGLIA ONLINE

SET-OTT-NOV 2019
quarto numero
NUMERO 4

SFOGLIA ONLINE

DIC-GEN-FEB 2019/2020