Le fotografie di André Kertész sono in mostra a Milano


Dal 16 gennaio al 10 marzo, la mostra André Kertész. Lo stupore della realtà metterà in esposizione 90 opere del fotografo André Kertész, detto il “maestro dei maestri”, presso la sala espositiva del CMC - Centro Culturale di Milano. La mostra, curata da Roberto Mutti e ideata da Camillo Fornasieri, è organizzata dal Jeu de Paume di Parigi, in collaborazione con la Mediathèque de l’Architecture et du Patrimoine, Ministère de la Culture – France, con diChroma photography e con il Patrocinio della Regione Lombardia e del Comune di Milano.

Si tratta di una rassegna totalmente dedicata ad André Kertész (Budapest, 1894 - New York, 1985): un fotografo, un intellettuale che attraversa e abbraccia due mondi, l’est e l’ovest del novecento, dapprima sul finire della mitteleuropa politica e culturale, poi nell’occidente dalla guerra fredda agli anni ’80. Abitante cittadino delle metropoli dei due mondi, da Budapest a Parigi, da New York al mondo globale, coglie e racconta la promessa e lo spaesamento, l’incarnarsi di ogni vivente e la persona. Il suo segreto è lo stupore, la familiarità della realtà, senza troncarne il rimando a un oltre, a una realtà più profonda.

In mostra un Video con testimonianze di alcuni fotografi contemporanei.bPer tutte le informazioni potete telefonare al numero +39 02 86455162 oppure visitare il sito ufficiale del Centro Culturale di Milano.

Foto Ministère de la Culture / Médiathèque de l’architecture et du patrimoine / Dist Rmn-GP © Donation André Kertész | © André Kertétz

Le fotografie di André Kertész sono in mostra a Milano
Le fotografie di André Kertész sono in mostra a Milano


Se ti è piaciuto questo articolo abbonati a Finestre sull'Arte.
al prezzo di 12,00 euro all'anno avrai accesso illimitato agli articoli pubblicati sul sito di Finestre sull'Arte e ci aiuterai a crescere e a mantenere la nostra informazione libera e indipendente.
ABBONATI A
FINESTRE SULL'ARTE



Arte antica     Politica e beni culturali     Patrimonio     Musei     Arte contemporanea     Rinascimento     Seicento     Ottocento     Novecento     Cinquecento     Firenze     Quattrocento     Barocco     Genova     Roma    

NEWSLETTER