Il MoMA annuncia una grande retrospettiva su Bruce Nauman


Il MoMA di New York ha annunciato una grande mostra su Bruce Nauman: un evento di portata mondiale che comincerà nell’ottobre del 2018.

Il MoMA di New York ha annunciato una grande retrospettiva su Bruce Nauman (Fort Wayne, 1941), uno dei maggiori artisti viventi: s’intitolerà Bruce Nauman: Disappearing Acts e si terrà al museo statunitense dal 21 ottobre 2018 al 17 marzo 2019. La mostra, che si preannuncia già come uno dei maggiori eventi mondiali dell’anno, proporrà opere in arrivo da 70 prestatori internazionali e ripercorrerà tutta la carriera di Nauman. Disegni, stampe, fotografie, neon, performance, video, sculture e ambienti architettonici: tutti i mezzi d’espressione artistica che Nauman ha utilizzato negli anni saranno oggetto della mostra, curata da Kathy Halbreich.

Il MoMA accoglie più di 80 opere dell’artista, tra le quali le instalalzioni Days del 2009 e Contrapposto Studies, i through vii (2015-2016) e ha già ospitato una importante retrospettiva su Bruce Nauman nel 1995. Ancora, lo spazio in cui si terrà la mostra (il MoMA PS1, ma parte della rassegna sarà accolta anche al sesto piano del museo) ha avuto Nauman tra gli artisti della mostra inaugurale.

“Per circa 50 anni”, si legge nella presentazione, “Bruce Nauman è stato ampiamente riconosciuto come una figura centrale dell’arte contemporanea. Ha esplorato in continuazione come le tensioni spaziali e psicologiche - provocate dai cambiamenti di percezione del tempo, del suono, del linguaggio e del movimento - strutturino l’esperienza umana. Sottili questioni etiche sono spesso mascherate da forti dicotomie, e improvvisi stravolgimenti di significato nell’uso delle parole sono la chiave del suo arsenale artistico”. La mostra sarà divisa in due parti. Al sesto piano del MoMA saranno accolte sei delle opere di maggiori dimensioni dell’artista, assieme a una selezione di sue opere per tutto l’arco della carriera, mentre al MoMA PS1 saranno esposte 120 opere secondo il più classico degli schemi da mostra retospettiva: dai lavori delle origini si passerà quindi alle opere più recenti, secondo un ordine rigorosamente cronologico, ma con alcune interruzioni che consentiranno approfondimenti sui motivi ricorrenti dell’arte di Nauman nonché su quelli più urgenti.

"Il titolo della mostra fa riferimento alle multiformi apparizioni della sparizione nel lavoro di Nauman“, dichiara la curatrice Halbreich. ”Per Nauman, la sparizione e sia un fenomeno reale, sia una metafora della lotta contro le inquietudini del processo creativo e quelle della vita di tutti i giorni".

La mostra è organizzata dalla Laurenz Foundation (Schaulager, Basilea) con il supporto di The Jill and Peter Kraus Endowed Fund for Contemporary Exhibition e il sostegno di SUlly Bonnelly e Robert R. Littman e di Ellen e William Taubman, del The Museum of Modern Art’s Annual Exhibition Fund e del MoMA PS1 Annual Exhibition Fund. Maggiori informazioni sul sito moma.org.

Immagine: Bruce Nauman, un frammento di Contrapposto Studies, i through vii (2015-2016)

Il MoMA annuncia una grande retrospettiva su Bruce Nauman
Il MoMA annuncia una grande retrospettiva su Bruce Nauman


Se ti è piaciuto questo articolo abbonati a Finestre sull'Arte.
al prezzo di 12,00 euro all'anno avrai accesso illimitato agli articoli pubblicati sul sito di Finestre sull'Arte e ci aiuterai a crescere e a mantenere la nostra informazione libera e indipendente.
ABBONATI A
FINESTRE SULL'ARTE



Arte antica     Politica e beni culturali     Patrimonio     Musei     Arte contemporanea     Rinascimento     Seicento     Ottocento     Novecento     Cinquecento     Firenze     Quattrocento     Barocco     Genova     Roma    

NEWSLETTER