Il Museo Correr celebra il doge e il capitano generale da mar Francesco Morosini, a 400 anni dalla sua nascita


Il Museo Correr di Venezia ospita fino a gennaio 2020 la mostra che omaggia il doge e capitano generale da mar Francesco Morosini, in occasione dei 400 anni dalla sua nascita.

Si è aperta al Museo Correr di Venezia e sarà visitabile fino al 6 gennaio 2020 la mostra Francesco Morosini: ultimo eroe della Serenissima tra storia e mito, in occasione dei quattrocento anni dalla nascita del “Peloponnesiaco”. 

Il doge e capitano generale da mar Francesco Morosini fu eroe e protagonista indiscusso delle vicende militari della Serenissima al suo tramonto, personaggio controverso e affascinante e grande collezionista.
L’intero patrimonio storico dei Morosini è custodito proprio al Museo Correr, poiché venne acquisito nel 1895 dall’ultima erede del Palazzo.

La rassegna intende rievocare l’illusione del ritorno alla gloria della Serenissima potenza militare e marittima nel Mediterraneo. Saranno esposti cimeli, opere d’arte, oggetti personali, libri, portolani, globi, reperti d’arte classica greca, documenti militari, modelli navali e di fortezze, ami sottratte agli ottomani, trofei, monete, medaglie per presentare la figura e la dimensione storica di Francesco Morosini.

La direzione scientifica della mostra è di Gabriella Belli ed è sostenuta dalla Fondazione di Venezia.

Per info: correr.visitmuve.it

Il Museo Correr celebra il doge e il capitano generale da mar Francesco Morosini, a 400 anni dalla sua nascita
Il Museo Correr celebra il doge e il capitano generale da mar Francesco Morosini, a 400 anni dalla sua nascita


Se ti è piaciuto questo articolo abbonati a Finestre sull'Arte.
al prezzo di 12,00 euro all'anno avrai accesso illimitato agli articoli pubblicati sul sito di Finestre sull'Arte e ci aiuterai a crescere e a mantenere la nostra informazione libera e indipendente.
ABBONATI A
FINESTRE SULL'ARTE



Arte antica     Politica e beni culturali     Patrimonio     Musei     Arte contemporanea     Rinascimento     Seicento     Ottocento     Novecento     Cinquecento     Firenze     Quattrocento     Barocco     Genova     Roma    

NEWSLETTER