Oltre l'apparenza, a Roma la personale di Andrea Pinchi e Paolo Vannuccini


A Roma è in corso la mostra ’Oltre l’apparenza. Gioco a due nelle stanze dell’arte’, personale di Andrea Pinchi e Paolo Vannuccini alla Galleria d’Arte Eitch Borromini.

Presso la Galleria d’Arte Eitch Borromini, un tempo dimora papale conosciuta come Palazzo Phamphilji, è in corso la mostra “Oltre l’apparenza. Gioco a due nelle stanze dell’arte” che si protrarrà fino al 14 maggio.

Curata da Sveva Manfredi Zavaglia, la mostra è la ricerca interiore e l’evoluzione artistica di Andrea Pinchi e Paolo Vannuccini, protagonisti dell’evento, due diverse anime creative, che condividono una buona ricerca tecnico artistica e un pensiero autentico e libero. I due artisti espongono in modo velato una realtà insolita dove il comune denominatore è andare “oltre l’apparenza” alla ricerca della bellezza. Una bellezza estetica che fa riflettere in modo profondo ma allo stesso tempo giocoso, come il titolo della mostra suggerisce.

Nelle opere di Andrea Pinchi si evince una eccezionale raffinatezza espressiva. La suspense che suscitano i suoi titoli, sempre originali, suggerisce un’analisi profonda che l’artista percorre nel mondo interiore delle emozioni e nel suo rapportarsi al vivere quotidiano. Il suo lavoro si snoda su canoni di rigore geometrico, di grande equilibrio strutturale, e di forme pulite e squadrate, dove all’improvviso si manifesta e domina il gesto creativo dell’artista. Pinchi utilizza materiali differenti e di recupero per la realizzazione delle sue opere, come ad esempio antichi strumenti musicali o pelle antica che recupera e trasforma. L’artista dà vita a città o luoghi immaginari, viaggi, visioni mistiche e reali con diversi volumi o piccoli fili che si congiungono in una costruzione armonicamente perfetta. Realizza l’impercettibile in modo sottile, il vedo non vedo, con la delicata sensibilità che solo l’artista possiede. Le sue opere diventano il suo mondo, un modo in apparenza giocoso ma in realtà estremamente autentico e profondo.

Contrariamente, le opere di Paolo Vannuccini annunciano immediatamente la sua urgente necessità di parlare al mondo del suo forte bisogno: essere libero di vivere la propria essenza. Così come nel dualismo Pirandelliano, Vannuccini attraverso il suo gesto creativo e informale racconta il suo vero mondo interiore, quello dell’essere e non dell’apparire. Consapevolmente introspettivo, l’artista applica il suo segno sulla tela a colpi di spatola e pennello, in modo turbolento ed istintivo quasi catartico, rispettando però un attento uso del colore e della materia. Le sue opere apparentemente caotiche seguono in realtà un ordine gestuale preciso rivelando sintesi armonica e forti emozioni. Nei suoi ultimi lavori, figure umane spuntano all’improvviso davanti a muri di colore col desiderio di scavalcare e riuscire ad andare oltre; si tratta di sagome di persone che prendono forma, tratti e figure immaginarie sognate dalla sensibilità artistica che porta ad aprire la mente a rianimarla attraverso il colore. L’arte diventa così mezzo fondamentale per raggiungere la pace interiore.

La mostra ha dunque lo scopo di guidare lo spettatore in questo “gioco a due“ fra mondo estetico ed interiore, che i due artisti  mostrano proprio fra essenza ed apparenza. Un progetto espositivo di rilevanza artistica straordinaria che prevede un viaggio conoscitivo della pittura e del colore, in dialogo continuo con il sé e la vita.  Il linguaggio dell’arte in questa doppia personale vuole in modo sottile provocare ed incuriosire l’occhio dell’osservatore attento creando un rapporto diretto tra le opere d’arte, i loro autori ed il pubblico esigente.

L’ingresso alla mostra è gratuito, tutti i giorni dalle 11 alle 20.
Per tutte le informazioni potete telefonare al numero 06 6861425 oppure mandare una mail a galleriaborromini@gmail.com.

Nell’immagine: Andrea Pinchi, Gino51 Urban Squid (2018; acrilico, carta da dattilografia Fabriano del 1960 circa, pelle del 1785 e corda del 1659 su tela, 100 x 100 cm)

Oltre l'apparenza, a Roma la personale di Andrea Pinchi e Paolo Vannuccini
Oltre l'apparenza, a Roma la personale di Andrea Pinchi e Paolo Vannuccini


Se ti è piaciuto questo articolo abbonati a Finestre sull'Arte.
al prezzo di 12,00 euro all'anno avrai accesso illimitato agli articoli pubblicati sul sito di Finestre sull'Arte e ci aiuterai a crescere e a mantenere la nostra informazione libera e indipendente.
ABBONATI A
FINESTRE SULL'ARTE



Arte antica     Politica e beni culturali     Patrimonio     Musei     Arte contemporanea     Rinascimento     Seicento     Ottocento     Novecento     Cinquecento     Firenze     Quattrocento     Barocco     Genova     Roma    

NEWSLETTER