In mostra a Firenze le collezioni del primo museo dell'animazione in Italia


In mostra fino al 17 ottobre 2021 nelle sale di Palazzo Medici Riccardi di Firenze oltre cinquecento disegni originali di film d’animazione che appartengono alla collezione di AniMA Firenze.

A Firenze si trova il primo museo dell’animazione in Italia: AniMA Firenze, nato dalla passione di un gruppo di amici e collezionisti che riunisce numerosi disegni originali di film d’animazione dal 1915 a oggi. Autori dell’iniziativa sono Federica Fabbri, Francesco Mariotti e Luca Chiarotti, responsabili dell’Accademia NEMO di Firenze, scuola leader in Italia per la formazione di nuovi artisti nell’arte dell’Entertainment. La maggior parte della collezione museale è raccolta presso l’Accademia, consentendo così agli studenti di apprendere tra i capolavori del mondo dell’animazione che hanno reso quest’ambito uno dei più affascinanti per grandi e piccini. Il museo infatti non ha ancora una vera location: è ospitato negli spazi dell’Accademia NEMO, dove gli allievi imparano i segreti dell’animazione. L’Accademia NEMO costituisce una delle più importanti realtà formative in Italia: sono oltre cinquecento gli studenti che ogni anno la frequentano. Tra i corsi accademici, animazione per creare cartoni animati, edesign per scoprire il mondo dell’illustrazione, game artist per immergersi nel mondo dei videogiochi, filmmaking per scoprire come si realizza un film, fumetto, grafica 3D; inoltre l’Accademia organizza anche workshop, lezioni tenute dai grandi maestri. 

La collezione è supportata da continue donazioni da parte di artisti internazionali, come Sandro Cleuzo, Don Bluth, Gary Goldman e Yoichi Kotabe. Comprende originali da Disney, Don Bluth & Gary Goldman, Warner Bros, Hanna Barbera, Cartoon Network e Toei Animation; disegni da La Bella addormentata nel Bosco, Biancaneve, Pinocchio, Robin Hood, La carica dei 101, Mary Poppins, La spada nella roccia, Anastasia, Alla Ricerca della Valle Incantata, disegni delle serie tv animate di Hanna Barbera, Filmation e molti altri, per un totale di circa ottomila pezzi tra schizzi, layout, concept e storyboard. In particolare si segnalano i disegni con protagonisti Mickey Mouse (Topolino) e i suoi amici, disegni di Preston Blair (suoi sono gli ippopotami del balletto di Fantasia), duemila disegni originali della Walt Disney Collection, circa cinquecento disegni originali della Hanna Barbera Collection, la collezione dell’artista brasiliano Sandro Cleuzo e molti originali dei film e serie di animazione giapponese. 

Foto dell'allestimento
Foto dell’allestimento


Foto dell'allestimento
Foto dell’allestimento


Foto dell'allestimento
Foto dell’allestimento


Foto dell'allestimento
Foto dell’allestimento


Foto dell'allestimento
Foto dell’allestimento


Foto dell'allestimento
Foto dell’allestimento


Foto dell'allestimento
Foto dell’allestimento


Foto dell'allestimento
Foto dell’allestimento


Foto dell'allestimento
Foto dell’allestimento

La maggior parte della collezione di AniMA Firenze è ora in mostra fino al 17 ottobre 2021 nelle sale di Palazzo Medici Riccardi, in occasione di AniMA. La Magia del Cinema d’Animazione da Biancaneve a Goldrake. La mostra, interamente proposta da MUS.E, è curata da Federica Fabbri, Luca Chiarotti, Sandro Cleuzo, Francesco Mariotti e Francesco Chiatante, ed è promossa da Città Metropolitana di Firenze e MUS.E, in collaborazione con Accademia NEMO di Firenze; riunisce per la prima volta in rassegna oltre cinquecento disegni originali dei film d’animazione più noti e amati dal pubblico di tutte le età. Illustrazioni realizzate in fase di pre-produzione e produzione di capolavori Disney, delle famose serie tv firmate Hanna-Barbera, di celebri anime giapponesi e di molti altri film. L’esposizione ripercorrerà inoltre la storia del cinema d’animazione, attraverso pezzi unici che arricchiscono il percorso espositivo: dal fotogramma della prima animazione in senso moderno, Gertie the Dinosaur, che risale al 1914 ed è uno dei circa cento rimasti in tutto il mondo, agli iconici Mickey Mouse dei primi anni Trenta, fino ai recenti concept degli ultimi film in 3D.

Nel percorso espositivo è anche una sezione educational che permetterà a bambini e adulti di scoprire il dietro le quinte dell’animazione: gli studi dei personaggi, i disegni preparatori per gli ambienti, le sperimentazioni sul colore e tanto altro ancora. Se tutti conoscono i film protagonisti dell’esposizione, in pochi sanno come i personaggi e gli ambienti di un film di animazione prendono vita. La forza di questa sezione sta proprio nell’originalità del materiale esposto: ad illustrare il processo creativo che dallo schizzo porta all’animazione saranno infatti disegni e illustrazioni realizzati per due cortometraggi inediti dai più talentuosi studenti dell’Accademia NEMO. 

AniMA. La Magia del Cinema d’Animazione da Biancaneve a Goldrake è accompagnata da un catalogo edito da La Città delle Nuvole, con prefazione firmata da artisti di fama internazionale, quali John Canemaker, Takashi Namiki, Tom e Tony Bancroft e Willie Ito. Il volume, corredato da approfondimenti e articoli sul cinema d’animazione giapponese e americano, contiene una parte dedicata alla produzione di cortometraggi animati, in diretto dialogo con la sezione educational della mostra. 

Sono in programma anche visite guidate giornaliere: il lunedì, il martedì, il giovedì e il venerdì alle ore 16.30, il sabato e la domenica alle ore 11.30 e alle 16.30. Prenotazione obbligatoria. Per informazioni sui costi e le prenotazioni relative alle visite guidate scrivere a info@palazzomediciriccardi.it 

Per ulteriori info sulla mostra: http://www.palazzomediciriccardi.it/project/anima-la-magia-del-cinema-danimazione-da-biancaneve-a-goldrake/

 

Informazioni sulla mostra

Titolo mostraAniMA. La Magia del Cinema d’Animazione da Biancaneve a Goldrake
CittàFirenze
SedeAniMA Firenze
DateDal 17/06/2021 al 17/10/2021
CuratoriFederica Fabbri, Luca Chiarotti, Sandro Cleuzo, Francesco Mariotti, Francesco Chiatante
TemiBiancaneve, AniMa Firenze, cinema d'animazione, Goldrake

La consultazione di questo articolo è e rimarrà sempre gratuita. Se ti è piaciuto o lo hai ritenuto interessante, iscriviti alla nostra newsletter gratuita!
Niente spam, una sola uscita la domenica, più eventuali extra, per aggiornarti su tutte le nostre novità!

La tua lettura settimanale su tutto il mondo dell'arte

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER



Arte antica     Politica e beni culturali     Patrimonio     Musei     Arte contemporanea     Rinascimento     Seicento     Cinquecento     Novecento     Ottocento     Quattrocento     Toscana     Firenze     Barocco     Roma