La mostra su Renoir a Rovigo raggiunge quasi il record storico con oltre 73mila visitatori


Si è conclusa ieri a Palazzo Roverella di Rovigo la mostra dedicata a Renoir e al suo viaggio in Italia. Con oltre 73mila visitatori ha quasi raggiunto il record storico di presenze. 

Si è conclusa il 25 giugno a Palazzo Roverella di Rovigo la mostra dedicata a Renoir e al suo viaggio in Italia, curata da Paolo Bolpagni e promossa dalla Fondazione Cassa di Risparmio di Padova e Rovigo, con il Comune di Rovigo e l’Accademia dei Concordi. Dalla sua apertura del 25 febbraio 2023 l’esposizione Renoir. L’alba di un nuovo classicismo ha registrato 73.198 visitatori.

Un dato che conduce questa esposizione quasi a raggiungere il record storico ottenuto dalla monografica su Kandinskij dello scorso anno. “Consolidando così il forte salto di attrattività che la sede espositiva rodigina, con le sue indovinate proposte, si è conquistata”, sottolinea Gilberto Muraro, Presidente della Fondazione Cassa di Risparmio di Padova e Rovigo, istituzione che, dal 2006, programma e gestisce le mostre del Roverella.

Al di là del successo sancito dal numero di visitatori e dai riconoscimenti degli esperti, la mostra ha confermato due tendenze. In primo luogo, il fatto che un visitatore ogni quattro abbia scelto di entrare in mostra accompagnato da una guida specializzata. Accanto alle scuole e ai gruppi organizzati, che di norma usufruiscono di visite guidate, si è registrato un forte incremento di questo servizio da parte di piccoli gruppi.

In secondo luogo, i numeri confermano che il vero attrattore di questa sede sono le mostre. Queste hanno condotto un ormai vastissimo pubblico a scoprire anche le notevoli collezioni permanenti: il meglio della Pinacoteca, ma anche le collezioni archeologiche e il panorama veneziano di Biasin, cui ha riservato tempo e attenzione.

“Questo aspetto ci ha portato a riflettere su come offrire a questo ampio pubblico, in modo rinnovato e ampliato, le collezioni museali”. “In occasione della presentazione della prossima grande mostra autunnale di fotografia”, prosegue il Presidente Muraro, “saremo in grado di fornire i dettagli delle iniziative attualmente allo studio insieme all’Accademia dei Concordi e al Seminario Vescovile”.

Immagine: Pierre-Auguste Renoir, Studio per Le Moulin de la Galette (1875-1876; olio su tela, 85 x 65 cm; Charlottenlund, Ordrupgaard)

La mostra su Renoir a Rovigo raggiunge quasi il record storico con oltre 73mila visitatori
La mostra su Renoir a Rovigo raggiunge quasi il record storico con oltre 73mila visitatori


Se ti è piaciuto questo articolo abbonati a Finestre sull'Arte.
al prezzo di 12,00 euro all'anno avrai accesso illimitato agli articoli pubblicati sul sito di Finestre sull'Arte e ci aiuterai a crescere e a mantenere la nostra informazione libera e indipendente.
ABBONATI A
FINESTRE SULL'ARTE


A Milano per la prima volta una grande mostra di Bill Viola
A Milano per la prima volta una grande mostra di Bill Viola
Roma, la favola gotica-contemporanea di Flora Deborah nella sua prima personale italiana
Roma, la favola gotica-contemporanea di Flora Deborah nella sua prima personale italiana
A Brescia grandi fotografi raccontano il volto privato di Pier Paolo Pasolini
A Brescia grandi fotografi raccontano il volto privato di Pier Paolo Pasolini
Al Lucca Comics anche una mostra di autoritratti in collaborazione con gli Uffizi
Al Lucca Comics anche una mostra di autoritratti in collaborazione con gli Uffizi
Inhuman, una mostra per riflettere sull'universalità del degrado umano e della violenza
Inhuman, una mostra per riflettere sull'universalità del degrado umano e della violenza
Al Mudec in mostra oltre cento opere di Chagall da Gerusalemme
Al Mudec in mostra oltre cento opere di Chagall da Gerusalemme



MAGAZINE
primo numero
NUMERO 1

SFOGLIA ONLINE

MAR-APR-MAG 2019
secondo numero
NUMERO 2

SFOGLIA ONLINE

GIU-LUG-AGO 2019
terzo numero
NUMERO 3

SFOGLIA ONLINE

SET-OTT-NOV 2019
quarto numero
NUMERO 4

SFOGLIA ONLINE

DIC-GEN-FEB 2019/2020