Un po' scimmia, sia uomo che donna: l'Homo Sapiens Sapiens Sapiens di Luigi Presicce


La Rizzuto Gallery di Palermo ospita fino al 6 febbraio 2021 la mostra “Homo sapiens sapiens sapiens” di Luigi Presicce, che presenta le sue strane creature un po’ scimmia, un po’ uomo e un po’ donna.

La RizzutoGallery di Palermo presenta la rassegna Homo sapiens sapiens sapiens, mostra personale di Luigi Presicce (Porto Cesareo, 1976) che sarà visitabile fino al 6 febbraio 2021, dal martedì al sabato, solo su appuntamento.

Formatosi nell’ambito della pittura, Luigi Presicce (nato nel Salento, ma vive e lavora a Firenze) per anni ha sintetizzato i risultati dei suoi studi con il linguaggio della performance, mettendo in scena tableaux vivant dal carattere metafisico e surreale, con echi provenienti dall’iconografia popolare, dalle memorie collettive e personali, ricchi di allegorie e allusioni simboliche all’esoterismo, alla religione, alle tradizioni e alle credenze antiche della sua terra d’origine. I rituali, le stratificazioni, i rimandi alla storia dell’arte, a personaggi e ad avvenimenti della storia recente hanno segnato tutta la ricerca di Presicce, in cui l’intensa forza simbolica delle immagini e l’impianto costruttivo hanno sempre dichiarato la sua matrice pittorica.

Negli ultimi tre anni è tornato alla pittura, ha ripreso a dipingere, e in Homo sapiens sapiens sapiens presenta in particolare il lavoro dell’ultimo anno: “La pittura”, dichiara Presicce, “è stata per me sempre una risorsa inesauribile di scoperta e forse uno dei pochissimi modi che ho avuto per avvicinarmi all’essere umano”. Partendo dal suo personale conflitto con l’odierna sgraziata civiltà, reduce da mesi difficili, Luigi Presicce ha intrapreso una nuova e personale evoluzione pittorica, dopo varie riflessioni sulla società, sui comportamenti umani, arrivando a chiedersi se stiamo parlando dell’evoluzione di una specie eletta o di una sottospecie di involuzione, o evoluzione andata a male.

La pittura è per Presicce il mezzo con il quale sezionare il mondo, indagarlo e riportarlo alla leggibilità, e dal suo istinto, un po’ sciamanico, un po’ antropologico, sono cominciate a venire fuori delle figure. Ritratti dai toni saturi e a tratti caricaturali, santi e infanti, animali che fumano, cani, pappagalli, scimmie. E poi questi esseri che somigliano a scimmie, ma in realtà non lo sono o lo sono solo in parte. Presenze ambigue, ricoperte da una lieve peluria, con attributi sia maschili che femminili, ma ciò non ne compromette l’atteggiamento o l’espressione. Di certo è una nuova specie:  l’Homo sapiens sapiens sapiens. Ma sono scimmie evolute che narcisisticamente si impongono al nostro sguardo o sono essere umani involuti risucchiati da uno schermo? Questo si domanda l’artista, che lascia la risposta al visitatore.

Per tutte le informazioni potete telefonare al numero +39 347.1769901 oppure visitare il sito ufficiale della RizzutoGallery.

Nell’immagine: Luigi Presicce, Leone e la musica (2020; olio su tela, 180 x 200 cm)

Informazioni sulla mostra

Titolo mostraLuigi Presicce. Homo sapiens sapiens sapiens
CittàPalermo
SedeRizzuto Gallery
DateDal 18/12/2020 al 06/02/2021
ArtistiLuigi Presicce
TemiArte contemporanea, Palermo, Rizzuto Gallery, Luigi Presicce

Un po' scimmia, sia uomo che donna: l'Homo Sapiens Sapiens Sapiens di Luigi Presicce
Un po' scimmia, sia uomo che donna: l'Homo Sapiens Sapiens Sapiens di Luigi Presicce


Finestre sull'arte
Se questo articolo ti è piaciuto o lo hai ritenuto interessante,
iscriviti alla nostra newsletter gratuita!
Niente spam, una sola uscita la domenica, più eventuali extra, per aggiornarti su tutte le nostre novità!

La tua lettura settimanale su tutto il mondo dell'arte

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER



Arte antica     Politica e beni culturali     Patrimonio     Musei     Arte contemporanea     Rinascimento     Seicento     Novecento     Cinquecento     Ottocento     Quattrocento     Toscana     Firenze     Barocco     Roma