Peter Campus, pioniere della videoarte, è in Italia con la mostra “Myoptiks”


Uno dei padri della videoarte, lo statunitense Peter Campus, è in Italia, alla Carlocinque Gallery di Milano dal 3 ottobre al 6 dicembre 2023, per la mostra personale Myoptiks nella quale presenta diversi suoi lavori recenti.

Uno dei pionieri della videoarte, Peter Campus (New York, 1937) è in Italia con la mostra Myoptiks, che si tiene a Milano, presso la Carlocinque Gallery, dal 3 ottobre al 6 dicembre 2023. La rassegna presenta una dozzina di lavori recenti dell’artista, che negli ultimi due decenni ha dedicato il suo lavoro a catturare la straordinaria bellezza naturale della costa meridionale di Long Island.
 Tutte le opere presenti nella mostra Myoptiks sono state realizzate nei dintorni di Bellport, dove l’artista posizionando la sua fotocamera in luoghi attentamente selezionati lungo la costa, ha registrato centinaia di ore.

Nelle sue opere video il tempo scorre, la luce si trasforma e l’aria si muove, catturando gradualmente i piccoli cambiamenti del paesaggio. Non c’è un momento di rivelazione improvvisa, piuttosto piccoli cambiamenti nel tempo si accumulano, creando un’esperienza visiva unica.

In questa serie di opere, Peter Campus si ispira alla filosofia artistica di Ananda Coomaraswamy, metafisico cingalese che è stato curatore dell’arte indiana al Boston Museum of Fine Arts dal 1917 al 1947: parafrasandone i concetti, Campus sottolinea che, mentre l’arte contemporanea spesso cattura un momento nel tempo, un’arte più meditativa cerca di rappresentare una condizione continua, avvicinandosi al “Tao” o alla fonte stessa delle cose.

L’arte di Peter Campus si pone lungo la distanza tra la percezione umana, la registrazione della fotocamera e la visione dell’artista, e il progetto di Carlocinque Gallery intende dimostrare la maestria di Campus come artista video e la sua capacità di catturare la bellezza sottile e in continua evoluzione della natura attraverso una lente contemporanea e meditativa. Le opere di Campus invitano infatti gli spettatori a riflettere sulla bellezza intrinseca della realtà e sulla sua connessione con l’essenza stessa delle cose. La mostra Myoptiks vuole inoltre mettere in evidenza la capacità di Peter Campus di sfidare la percezione e di farci riflettere sulla relazione tra ciò che vediamo, ciò che una fotocamera può catturare e ciò che un artista porta in primo piano.

La mostra può essere visitata negli orari d’apertura della galleria: dal martedì al venerdì dalle 11:30 alle 19:30, il sabato dalle 15 alle 19:30, la domenica, il lunedì e fuori dagli orari di visita su appuntamento. Ingresso gratuito. Per informazioni visitare il sito di Carlocinque Gallery.

Peter Campus, Sensus (2022; videografia, 6:09 minuti)
Peter Campus, Sensus (2022; videografia, 6:09 minuti)
Peter Campus, Bis (2022; videografia, 12:13 minuti)
Peter Campus, Bis (2022; videografia, 12:13 minuti)
Peter Campus, Four oh two (2023; videografia, 8:39 minuti)
Peter Campus, Four oh two (2023; videografia, 8:39 minuti)
Peter Campus, Iron Bellport Bay (2023; videografia, 9:48 minuti)
Peter Campus, Iron Bellport Bay (2023; videografia, 9:48 minuti)
Peter Campus, Also the wind (2023; videografia)
Peter Campus, Also the wind (2023; videografia)
Peter Campus, Nearly may (2023; videografia)
Peter Campus, Nearly may (2023; videografia)

Informazioni sulla mostra

Titolo mostraPeter Campus. Myoptiks
CittàMilano
SedeCarlocinque Gallery
DateDal 03/10/2023 al 06/12/2023
ArtistiPeter Campus
TemiArte contemporanea, videoarte

Se ti è piaciuto questo articolo abbonati a Finestre sull'Arte.
al prezzo di 12,00 euro all'anno avrai accesso illimitato agli articoli pubblicati sul sito di Finestre sull'Arte e ci aiuterai a crescere e a mantenere la nostra informazione libera e indipendente.
ABBONATI A
FINESTRE SULL'ARTE



MAGAZINE
primo numero
NUMERO 1

SFOGLIA ONLINE

MAR-APR-MAG 2019
secondo numero
NUMERO 2

SFOGLIA ONLINE

GIU-LUG-AGO 2019
terzo numero
NUMERO 3

SFOGLIA ONLINE

SET-OTT-NOV 2019
quarto numero
NUMERO 4

SFOGLIA ONLINE

DIC-GEN-FEB 2019/2020