A Gaeta si ripercorre la poliedrica produzione di Karl Stengel, tra figurazione e astrazione


La Pinacoteca Comunale di Gaeta dedica una mostra all’artista ungherese Karl Stengel: si ripercorre la sua poliedrica produzione tra figurazione e astrazione. 

Apre il 3 luglio e sarà allestita fino al 25 agosto 2022 alla Pinacoteca Comunale di Gaeta la mostra Karl Stengel, tra figurazione e astrazione, dedicata a Karl Stengel (1925 - 2017), artista ungherese che ha vissuto momenti drammatici del Novecento. Nei suoi disegni così come nei suoi dipinti affiorano prepotentemente, sia in forma figurativa che astratta, le passioni e le sofferenze umane. Sentimenti che sono testimonianza di esperienze vissute in prima persona, come gli anni della prigionia in Russia durante la guerra e l’arrivo dei carri armati sovietici in Ungheria nel 1956. Fuggito in Germania, continua a dipingere ispirato dalla letteratura e dalla musica. Karl dipingeva sempre ascoltando musica nel suo studio. Molte delle sue opere sono dedicate a un compositore o esecutore.

Curata da Vito Abba, la mostra presenta una selezione di quaranta opere di medie e grandi dimensioni collocate in quattro sale che intendono rispecchiare la poliedrica produzione artistica di Stengel, caratterizzata sia da opere astratte sia da opere con diversi gradi di figurazione. Alcuni disegni, marcatamente figurativi, sono ispirati alla letteratura amata da Stengel. Si riconoscono riferimenti a Blaise Cendrars, Charles Bukowski e autori coevi nelle figure che animano taverne e postriboli, avventori che giocano a carte, prostitute contese. E gli omaggi a compositori e pianisti, con tratti di pastello a olio o pennellate di acrilico. Nelle opere su carta è possibile rintracciare alcuni elementi dell’espressionismo tedesco, elaborati in maniera molto personale. Nelle opere più recenti, soprattutto nei pastelli a olio su carta e supporti vari, trionfa il colore ed è spesso presente la tipica figura stengeliana, ovvero una silhouette senza volto che si staglia su una specie di palcoscenico o quinta teatrale, su uno sfondo talvolta oscuro, talvolta acceso.

Il catalogo sarà pubblicato con le opere ambientate anche negli spazi della Pinacoteca e con un intervento critico di Marcello Carlino.

Per info: https://www.pinacotecagaeta.it/

Orari: Luglio e agosto, tutti i giorni compresi i festivi tranne il lunedì, dalle 16.30 alle 20.30.

Biglietti: 5 euro.

Informazioni sulla mostra

Titolo mostraKarl Stengel, tra figurazione e astrazione
CittàGaeta
SedePinacoteca Comunale
DateDal 03/07/2022 al 25/08/2022
ArtistiKarl Stengel
CuratoriVito Abba
TemiNovecento

A Gaeta si ripercorre la poliedrica produzione di Karl Stengel, tra figurazione e astrazione
A Gaeta si ripercorre la poliedrica produzione di Karl Stengel, tra figurazione e astrazione


Se ti è piaciuto questo articolo
abbonati al magazine di Finestre sull'Arte.
176 pagine da sfogliare, leggere, sottolineare e collezionare.
176 pagine di articoli ed approfondimenti inediti ed esclusivi.
Lo riceverai direttamente a casa tua. Non lo troverai in edicola!

176 pagine, 4 numeri all'anno, al prezzo di 29,90 €

ABBONATI A
FINESTRE SULL'ARTE


Una figura femminile sensuale e spontanea, da non giudicare: le foto di Lady Tarin in mostra a Milano
Una figura femminile sensuale e spontanea, da non giudicare: le foto di Lady Tarin in mostra a Milano
Il rapporto tra Leoncillo e l'antico in una mostra al Museo Novecento di Firenze
Il rapporto tra Leoncillo e l'antico in una mostra al Museo Novecento di Firenze
Arte contemporanea a Genova: via alla quarta edizione della Biennale “Le Latitudini dell'arte”
Arte contemporanea a Genova: via alla quarta edizione della Biennale “Le Latitudini dell'arte”
Torna a Perugia dopo trent'anni la Madonna col Bambino attribuita a Pinturicchio trafugata nel 1990
Torna a Perugia dopo trent'anni la Madonna col Bambino attribuita a Pinturicchio trafugata nel 1990
Roma, la favola gotica-contemporanea di Flora Deborah nella sua prima personale italiana
Roma, la favola gotica-contemporanea di Flora Deborah nella sua prima personale italiana
A Torino in mostra le costellazioni umane di Massimo Vitali
A Torino in mostra le costellazioni umane di Massimo Vitali