Pompei oltre le mura. Al MATT in mostra i reperti e gli affreschi delle ville di Terzigno


Pompei oltre le mura - Le ville di Terzigno all’ombra del Vesuvio è la mostra allestita presso il MATT di Terzigno: reperti dalle ville di epoca romana.  

Presso il MATT (Museo Archeologico Territoriale di Terzigno), ex mattatoio comunale, è stata allestita la mostra Pompei oltre le mura - Le ville di Terzigno all’ombra del Vesuvio, che espone reperti archeologici provenienti dalle ville di epoca romana, sepolte dall’eruzione del Vesuvio del 79 d.C., e scoperte nell’area della cava Ranieri a Terzigno. Una mostra che nasce dalla volontà di valorizzare il patrimonio archeologico e ha visto la partecipazione dell’Amministrazione comunale di Terzigno e del Parco Nazionale del Vesuvio e della direzione della Parco Archeologico di Pompei. 

Sono esposti diversi reperti di vasellame fittile, vari tipi di anfore, antefisse e attrezzi agricoli per la coltivazione dei fondi annessi alle ville. Dalla Villa 1, scavata tra il 1981 e il 1983, proviene l’antefissa con figura femminile. Come gran parte delle ville romane svolgeva principalmente la funzione di fattoria, ma era provvista anche di un quartiere padronale per l’otium dei proprietari. La parte riportata in luce è principalmente relativa alla quella rustica per la produzione del vino. Dalla Villa 2 scavata dal 1984 al 1992 provengono reperti di vasellame in terracotta e attrezzi agricoli. Il cuore dell’edificio è costituito dalla corte, dalla stanza del torchio e dalla cella vinaria. Qui vi sono tracce di vecchi restauri: nel 79 d.C. la villa aveva già un paio di secoli ed era colpita dai terremoti precursori dell’eruzione. Le altre stanze intorno alla corte erano utilizzate per la vita dei contadini e per altre produzioni agricole.

Particolarmente significativi sono i numerosi affreschi provenienti da vari ambienti della Villa 6, che rimandano alle pitture di II stile, raffiguranti prospettive architettoniche ed elementi legati al mondo dionisiaco. Si può ammirare inoltre la pittura del Larario rinvenuto nell’ambiente della cucina con la raffigurazione dei due lari e del Genio sacrificante e di due serpenti che si avvicinano a un piatto di offerte. La Villa 6 fu scavata durante diverse campagne di scavo dal 1993 al 2011 e oggi è reinterrata.

La mostra, cofinanziata dall’Ente Parco Nazionale del Vesuvio, consentirà di riscoprire la bellezza dei luoghi e delle opere, oltre che far conoscere aspetti significativi della vita in epoca romana nelle ville di campagna presenti nel territorio della periferia dell’antica Città di Pompei e il rapporto degli abitanti con il Vesuvio. 

Pompei oltre le mura. Al MATT in mostra i reperti e gli affreschi delle ville di Terzigno
Pompei oltre le mura. Al MATT in mostra i reperti e gli affreschi delle ville di Terzigno


Se ti è piaciuto questo articolo abbonati a Finestre sull'Arte.
al prezzo di 12,00 euro all'anno avrai accesso illimitato agli articoli pubblicati sul sito di Finestre sull'Arte e ci aiuterai a crescere e a mantenere la nostra informazione libera e indipendente.
ABBONATI A
FINESTRE SULL'ARTE



Arte antica     Politica e beni culturali     Patrimonio     Musei     Arte contemporanea     Rinascimento     Seicento     Ottocento     Novecento     Cinquecento     Firenze     Quattrocento     Barocco     Genova     Toscana    

NEWSLETTER