Il prestigioso Prix Pictet in mostra a Torino, con il meglio della fotografia sostenibile


Dal 23 maggio al 26 agosto 2018 lo spazio CAMERA di Torino ospita la tappa italiana della mostra del Prix Pictet. Ecco chi sono i fotografi in mostra.

È in programma dal 23 maggio al 26 agosto 2018 la mostra italiana del Prix Pictet, prestigioso premio internazionale di fotografia dedicato al tema della sostenibilità. Come sede ufficiale per la rassegna, che s’intitola Prix Pictet. Space ed espone le opere vincitrici e selezionate dal Prix Pictet, è stato scelto lo spazio CAMERA - Centro Italiano per la Fotografia a Torino. Il premio, giunto alla sua settima edizione, è stato fondato nel 2008 da Banque Pictet, istituto con sede a Ginevra, in collaborazione con il Victoria and Albert Museum di Londra e con il Musée d’Art Moderne de la Ville de Paris: obiettivo è quello di utilizzare la potenza della fotografia per comunicare messaggi sulla sostenibilità a un pubblico globale.

Nello spazio torinese si alternano dunque i lavori dei dodici fotografi finalisti: Mandy Barker (Regno Unito), Saskia Groneberg (Germania), Beate Gütschow (Germania), Rinko Kawauchi (Giappone), Benny Lam (Hong Kong), Richard Mosse (Irlanda), Munem Wasif (Bangladesh), Sohei Nishino (Giappone), Sergey Ponomarev (Russia), Thomas Ruff (Germania), Michael Wolf (Germania), Pavel Wolberg (Russia). Il vincitore della settima edizione è stato Richard Mosse con la serie Heat Maps, che con una termocamera militare capace di rilevare la presenza del corpo umano a oltre trenta chilometri di distanza, ha documentato la situazione dei migranti in Europa, Medio Oriente e Africa.

“Dopo il grande successo della grande esposizione dedicata a Carlo Mollino”, ha dichiarato il presidente di CAMERA, Emanuele Chieli, “la nuova mostra rappresenta un’ulteriore dimostrazione della centralità conquistata da CAMERA, anche nel panorama espositivo internazionale, a soli due anni e mezzo dalla sua inaugurazione. L’opportunità di presentare a CAMERA le opere finaliste del prestigioso Prix Pictet è per noi motivo di orgoglio nella consapevolezza del prestigio e del grande valore culturale e sociale dell’iniziativa, da sempre molto attenta al tema della sostenibilità”.

“Le mostre collettive di CAMERA”, ricorda invece il direttore dello spazio, Walter Guadagnini, uniscono sempre la qualità delle immagini esposte con la capacità di raccontare momenti cruciali della società: in questo caso è proprio il mondo che ci circonda a essere protagonista, è l’attualità più flagrante che viene proposta al pubblico attraverso lo sguardo particolare di alcuni dei maggiori fotografi attivi oggi a livello mondiale”.

La mostra aprre tutti i giorni, tranne il martedì, dalle 11 alle 19 (il giovedì fino alle 21). Ultimo ingresso 30 minuti prima della chiusura. Biglietti: intero 10 euro, ridotto 6 euro (under 26, over 70, soci TCI, Amici della Fondazione per l’Architettura, iscritti all’Ordine degli Architetti, iscritti AIACE, iscritti Enjoy, soci Slow Food, soci Centro Congressi Unione Industriale Torino, possessori Card MenoUnoPiuSei, possessori del biglietto di ingresso di Gallerie d’Italia, Museo Nazionale del Cinema, MAO, Palazzo Madama, Borgo Medievale, GAM - Galleria Civica d’Arte Moderna, Forte di Bard, MEF - Museo Ettore Fico, FIAF). Gratis per bambini fino a 12 anni, possessori Abbonamento Musei Torino Piemonte o Torino+Piemonte Card, diversamente abili con accompagnatore. Per info è possibile visitare il sito www.camera.to.

Immagine: Sergey Ponomarev, Migrants arrive by a Turkish boat near the village of Skala, on the Greek island of Lesbos. Monday 16 November 2015. Serie: Europe Migration Crisis, 2015. © Sergey Ponomarev, Prix Pictet 2017

Il prestigioso Prix Pictet  in mostra a Torino, con il meglio della fotografia sostenibile
Il prestigioso Prix Pictet in mostra a Torino, con il meglio della fotografia sostenibile


Se ti è piaciuto questo articolo abbonati a Finestre sull'Arte.
al prezzo di 12,00 euro all'anno avrai accesso illimitato agli articoli pubblicati sul sito di Finestre sull'Arte e ci aiuterai a crescere e a mantenere la nostra informazione libera e indipendente.
ABBONATI A
FINESTRE SULL'ARTE



Arte antica     Politica e beni culturali     Patrimonio     Musei     Arte contemporanea     Rinascimento     Seicento     Novecento     Cinquecento     Ottocento     Quattrocento     Firenze     Barocco     Toscana     Roma    

NEWSLETTER