Le opere più iconiche di Rodin e Arp in mostra alla Fondation Beyeler


La Fondation Beyeler ospita dal 13 dicembre 2020 al 16 maggio 2021 la mostra Rodin/Arp: esposte le opere più iconiche dei due artisti.

Annunciata dalla Fondation Beyeler la nuova mostra che sarà allestita negli spazi della sua sede espositiva dal 13 dicembre 2020 al 16 maggio 2021: Rodin/Arp.

Per la prima volta nell’ambito di una mostra museale saranno posti in dialogo Auguste Rodin e Hans Arp: il grande innovatore della scultura di fine Ottocento incontrerà la scultura astratta del Novecento. Rodin e Arp sono entrambi caratterizzati da un’arte innovativa che tende alla sperimentazione: Rodin ha introdotto idee innovative e nuove possibilità artistiche per quanto riguarda la scultura, che Arp ha ripreso e poi sviluppato e reinterpretato a modo suo secondo le sue forme biomorfiche. 

La rassegna presenterà circa 110 opere provenienti da musei internazionali e da collezioni private, riunendo molte opere iconiche dei due artisti. Presenti anche sculture, rilievi e opere su carta che fino ad oggi sono state esposte raramente. Tra le opere più iconiche, il Pensatore e il Bacio di Rodin, Tolomeo e il Torso di Arp. 

La mostra è ideata dalla Fondation Beyeler, in collaborazione con Arp Museum Rolandseck ed è organizzata in collaborazione con il Musée Rodin di Parigi.

Per maggiori info: https://www.fondationbeyeler.ch/

Immagine: Auguste Rodin, Il Pensatore (1880-1896; Ginevra, MAH Musée d’Art et d’Histoire) Ph.Credit Flora Bevilacqua

Le opere più iconiche di Rodin e Arp in mostra alla Fondation Beyeler
Le opere più iconiche di Rodin e Arp in mostra alla Fondation Beyeler


Se ti è piaciuto questo articolo abbonati a Finestre sull'Arte.
al prezzo di 12,00 euro all'anno avrai accesso illimitato agli articoli pubblicati sul sito di Finestre sull'Arte e ci aiuterai a crescere e a mantenere la nostra informazione libera e indipendente.
ABBONATI A
FINESTRE SULL'ARTE



Arte antica     Politica e beni culturali     Patrimonio     Musei     Arte contemporanea     Rinascimento     Seicento     Novecento     Cinquecento     Ottocento     Quattrocento     Firenze     Barocco     Toscana     Roma