Roma, alla Gagosian Gallery c'è Sabine Moritz con la mostra “August”


Sabine Moritz, una delle maggiori artiste tedesche contemporanee, è protagonista nella sede di Roma di Gagosian con la mostra ’August’, visitabile fino all’11 novembre. È la prima mostra dell’artista con la galleria e la sua prima in Italia.

Sabine Moritz (Quedlinburg, 1969), una delle maggiori artiste tedesche contemporanee, è protagonista nella sede di Roma di Gagosian con la mostra August, visitabile fino all’11 novembre. È la prima mostra dell’artista con la galleria e la sua prima in Italia. Il corpus di dipinti, disegni e opere su carta di Moritz rappresenta una successione di momenti sospesi, in cui l’artista, nei suoi lavori più datati, affianca all’interpretazione del suo ambiente circostante e del mondo naturale, immagini documentali destrutturate; mentre nei suoi dipinti più recenti presenta un approccio maggiormente narrativo rafforzato dall’ampio formato orizzontale dei dipinti. Adattando e modificando un inventario di motivi simbolici e astratti, Moritz riflette sulle dinamiche volubili della provvisorietà e del ricordo. Le sue opere intensificano la nostra sensibilità verso il trascorrere del tempo, collocando l’esperienza personale in narrazioni condivise.

Dal 2015 Moritz lavora con uno stile sempre più astratto, producendo dipinti e disegni improvvisati che definisce “paesaggi psicologici”. In queste opere l’artista affronta i temi ricorrenti del ricordo e della storia in modo consapevolmente ambiguo, ispirandosi ai processi percettivi. Ricercando l’esperienza sensoriale primordiale, l’artista evita gli schizzi preliminari, ponendo lo spettatore di fronte a un dialogo tra colore e gesto.

Nelle tele più recenti di Moritz, fitte pennellate sovrapposte sono associate a contrasti cromatici per esprimere un’intensa libertà visiva. Applicando la pittura con vigore e a strati – a volte come impasto che poi raschia per conferire alle superfici una trama variegata – Moritz spesso privilegia la collisione tra forme e tinte rispetto all’armonia compositiva, mantenendo sempre un ritmo visivo. Nei dipinti esposti a Roma, tra i quali ve ne sono quattro tra i più grandi realizzati dall’artista finora, Moritz gioca ancora una volta con probabilità e associazioni di ripetizioni e differenze per considerare la possibilità continua di speranza e bellezza anche nelle circostanze più difficili. Le opere in August alludono alle Metamorfosi di Ovidio e ad una varietà di fonti della storia dell’arte.

Evocando stati liminali dell’essere e figure in transizione, i lavori in mostra incorporano figure semi-oscure che sembrano emergere da composizioni astratte dai colori sobri quasi naturali. Alludendo all’interpretazione tizianesca dell’incontro tra Artemide e Atteone, per esempio, l’artista affronta i temi della fragilità umana, della sensualità e della forza, evocando un senso di nostalgia per un idillio perduto. Con Actaeon’s End (2023), l’artista ripropone la consuetudine di iniziare ogni mostra con un collegamento alla precedente, mantenendo un continuum vitale tra ogni progetto.

Per tutte le informazioni, potete visitare il sito ufficiale della Gagosian Gallery.

Nell’immagine: Sabine Moritz, Ferragosto I (2023; olio su tela, 200 x 300 cm) Foto: Georgios Michaloudis

Informazioni sulla mostra

Titolo mostraAugust
CittàRoma
SedeGagosian Gallery
DateDal 22/09/2023 al 11/11/2023
ArtistiSabine Moritz
TemiArte contemporanea

Roma, alla Gagosian Gallery c'è Sabine Moritz con la mostra “August”
Roma, alla Gagosian Gallery c'è Sabine Moritz con la mostra “August”


Se ti è piaciuto questo articolo abbonati a Finestre sull'Arte.
al prezzo di 12,00 euro all'anno avrai accesso illimitato agli articoli pubblicati sul sito di Finestre sull'Arte e ci aiuterai a crescere e a mantenere la nostra informazione libera e indipendente.
ABBONATI A
FINESTRE SULL'ARTE



MAGAZINE
primo numero
NUMERO 1

SFOGLIA ONLINE

MAR-APR-MAG 2019
secondo numero
NUMERO 2

SFOGLIA ONLINE

GIU-LUG-AGO 2019
terzo numero
NUMERO 3

SFOGLIA ONLINE

SET-OTT-NOV 2019
quarto numero
NUMERO 4

SFOGLIA ONLINE

DIC-GEN-FEB 2019/2020