Il MAXXI espone per la prima volta la grande tela che trasforma Roma in un set di Bollywood


Il MAXXI di Roma mostra per la prima volta al pubblico l'opera “Ciao da Roma” di Navin Rawanchaikul, una recente acquisizione: è un'opera che trasforma Roma in un grande... set bollywoodiano.

Doveva chiudere i battenti questa domenica, ma il dpcm dello scorso autunno ha stravolto i piani e adesso aprirà al MAXXI dal 10 marzo al 2 maggio.

Stamo parlando di Ciao da Roma, l’opera di Navin Rawanchaikul che parla della diaspora ma anche dell’integrazione e delle sfide culturali che l’artista ha raccolto durante il suo soggiorno a Roma e nel Lazio nel 2018.

Un olio su tela imponente che reinterpreta lo stile del manifesto dell’industria cinematografica indiana, catturando la comunità di migranti dell’Asia meridionale nella sua vita quotidiana a Roma e nei suoi dintorni.

Per tutte le informazioni potete visitare il sito ufficiale del MAXXI.

Immagine: Navin Rawanchaikul, Ciao da Roma (2018; olio su tela, 160 x 330 cm). Courtesy Navin Production

Il MAXXI espone per la prima volta la grande tela che trasforma Roma in un set di Bollywood
Il MAXXI espone per la prima volta la grande tela che trasforma Roma in un set di Bollywood


Se ti è piaciuto questo articolo abbonati a Finestre sull'Arte.
al prezzo di 12,00 euro all'anno avrai accesso illimitato agli articoli pubblicati sul sito di Finestre sull'Arte e ci aiuterai a crescere e a mantenere la nostra informazione libera e indipendente.
ABBONATI A
FINESTRE SULL'ARTE



Arte antica     Politica e beni culturali     Patrimonio     Musei     Arte contemporanea     Rinascimento     Seicento     Novecento     Cinquecento     Ottocento     Quattrocento     Firenze     Barocco     Toscana     Roma