C'è tempo fino al 18 novembre per immergersi nella Roma traianea. Prorogata la mostra su Traiano


Prorogata fino al 18 novembre 2018 la mostra ’Traiano. Costruire l’Impero, creare l’Europa’, in corso ai Mercati di Traiano a Roma.

La mostra Traiano. Costruire l’Impero, creare l’Europa è stata inaugurata ai Mercati di Traiano il 29 novembre 2017 e sarebbe dovuto terminare in questi giorni, ma, grazie ai suoi 120.000 visitatori, è stata prorogata fino al 18 novembre.

La mostra si sviluppa attraverso statue, ritratti, decorazioni architettoniche, calchi della Colonna Traiana, monete d’oro e d’argento, modelli in scala e rielaborazioni tridimensionali, filmati: una sfida a immergersi nella grande Storia dell’Impero e nelle storie dei tanti che l’hanno resa possibile.

II percorso espositivo si snoda attraverso 7 sezioni a partire dalla morte di Traiano, avvenuta in Asia Minore e, unico caso della storia romana, celebrata con trionfo nella capitale insieme alle sue gesta. Si prosegue con la contrapposizione tra le cruente campagne nella Dacia (parte dell’attuale Romania) e le grandi opere realizzate con la pace, dal ruolo delle donne della famiglia (vero “braccio destro” dell’imperatore per la politica sociale) agli spazi privati, fino alla “fortuna” della figura di Traiano dopo l’antichità, dovuta alla sua fama di uomo giusto, il più “cristiano” tra i pagani, decoroso e caritatevole.

Grazie alle nuove tecnologie e allo storytelling, protagonisti anch’essi dell’allestimento e dei contenuti, i visitatori si trovano immersi nel mondo di Traiano. L’ imperatore, o meglio il suo fantasma, impersonato da un attore, introduce alla vita dell’optimus princeps. Profumi, petali e il rumore della folla daranno al visitatore le stesse sensazioni che il popolo di Roma provava durante un trionfo; stele di soldati si animano per mostrare gli affanni del vivere e del morire dei legionari impegnati nelle guerre di conquista di Traiano; si ascolta la descrizione dei nemici di Roma, i barbari (antagonisti prima, protagonisti poi delle sorti dell’impero) e le voci delle donne della famiglia reale, impegnate nel sociale e imprenditrici. E, ancora, grazie alla realtà aumentata e a video immersivi rivivono i monumenti traianei e il fuoco delle fiamme da cui Traiano venne salvato per intercessione di Gregorio Magno.

La mostra si avvale anche delle installazioni multimediali e interattive che sono state realizzate grazie alle collaborazioni che la Sovrintendenza Capitolina ha attivato, a scopi di ricerca, studio e divulgazione con la Duke University, Department of Classical Studies, Dig@Lab, con il coordinamento scientifico di M. Forte, la Real Academia de Bellas Artes de San Fernando (Madrid, Spagna), Laboratorio de Humanidades Digitales con il coordinamento di J. M. Luzon,  la Divisione ICT del Dipartimento di Tecnologie Energetiche dell’ENEA nell’ambito del progetto CO.B.R.A. (COnservazione dei Beni culturali, con l’applicazione di Radiazioni e di tecnologie Abilitanti), responsabile A. Quintiliani.
Dal 25 settembre, inoltre, ripartiranno nella sala conferenze del museo gli appuntamenti con i Martedì di Traiano, giornate di studi, convegni, conferenze su tematiche legate alla figura dell’Optimus Princeps e non solo, tenuti da curatori e colleghi provenienti da Musei e Università nazionali e internazionali. In questo nuovo ciclo si toccheranno argomenti di attualità come la tutela, la valorizzazione e la comunicazione del Patrimonio culturale. Primo appuntamento, martedì 25 settembre ore 15.45 con il convegno dal titolo La sfera del sacro: culti e religiosità nelle province danubiane a cura di Lucia Cianciulli.

Secondo appuntamento con il convegno di lunedì 1 ottobre ore 15.45 intitolato Nell’anno del Patrimonio: Rinnovamento, comunicazione e prospettive associazionistiche dei Musei Archeologici. Interverranno, tra i relatori esterni, Trinidad Nogales Basarrate, Marta Novello, Valentino Nizzo, e Cristina Loglio.
Acquistando la nuova MIC Card al costo di 5 euro, chi vive e studia a Roma può accedere illimitatamente per 12 mesi nei Musei in Comune e nei siti storico artistici e archeologici della Sovrintendenza. Si potranno ammirare le collezioni permanenti, visitare le mostre temporanee, partecipare gratuitamente agli eventi, alle visite guidate e alle attività didattiche incluse nel costo del biglietto di ingresso al museo.
Per tutte le informazioni potete visitareil sito dei Mercatini di Traiano cliccando qui.

Informazioni sulla mostra

Titolo mostraTraiano. Costruire l’Impero, creare l’Europa
CittàRoma
SedeMercati di Traiano
DateDal 29/11/2017 al 18/11/2018
TemiArcheologia

C'è tempo fino al 18 novembre per immergersi nella Roma traianea. Prorogata la mostra su Traiano
C'è tempo fino al 18 novembre per immergersi nella Roma traianea. Prorogata la mostra su Traiano


Se ti è piaciuto questo articolo
abbonati al magazine di Finestre sull'Arte.
176 pagine da sfogliare, leggere, sottolineare e collezionare.
176 pagine di articoli ed approfondimenti inediti ed esclusivi.
Lo riceverai direttamente a casa tua. Non lo troverai in edicola!

176 pagine, 4 numeri all'anno, al prezzo di 29,90 €

ABBONATI A
FINESTRE SULL'ARTE


Guercino e Mattia Preti a confronto in una mostra in Calabria
Guercino e Mattia Preti a confronto in una mostra in Calabria
Innamorati e grandi artisti: la grafica del duo Licalbe Steiner in una mostra gratuita a Ravenna
Innamorati e grandi artisti: la grafica del duo Licalbe Steiner in una mostra gratuita a Ravenna
Alla Fondazione Pomodoro la scultura innovativa di Caroline Mesquita per il ciclo Project Room 2019
Alla Fondazione Pomodoro la scultura innovativa di Caroline Mesquita per il ciclo Project Room 2019
Le varie rappresentazioni iconografiche di Sapìa in una mostra a Colle di Val d'Elsa
Le varie rappresentazioni iconografiche di Sapìa in una mostra a Colle di Val d'Elsa
Secret Garden: alla CUBO Gallery di Parma le installazioni di Alessandra Calò
Secret Garden: alla CUBO Gallery di Parma le installazioni di Alessandra Calò
Firenze, ecco quando il Codice Leicester di Leonardo da Vinci sarà in mostra
Firenze, ecco quando il Codice Leicester di Leonardo da Vinci sarà in mostra