Nella Crypta Balbi esposta la Split Stone di Sarah Sze


Fino al 27 gennaio 2019 presso la Crypta Balbi di Roma è esposta al pubblico la scultura Split Stone di Sarah Sze, in concomitanza alla personale alla Gagosian Gallery.

In contemporanea alla mostra personale di Sarah Sze (Boston, 1969) presso la Gagosian Gallery di Roma, visitabile fino al 12 gennaio 2019, è esposta nella Crypta Balbi un’altra opera dell’artista: la scultura "Split Stone (7:34) realizzata nel 2018.

Questa raffigura in pixel la fugacità di un tramonto in un masso di granito e nel titolo stesso dell’opera l’artista dichiara il preciso istante in cui ha scattato la foto con il suo iPhone. Il masso di granito appare diviso in due come un geode naturale: su ogni superficie è raffigurato un cielo al tramonto che rimanda alle immagini su alcune pietre cinesi gongshi.
Per la creazione di questa scultura, Sarah Sze ha riempito di pigmento colorato le migliaia di minuscole cavità incise sulla pietra.

Si produce una sorta di dialogo tra le immagini composte da macchie d’inchiostro e pixel luminosi e i frammenti di roccia e i mattoni presenti nei resti della Crypta Balbi; l’artista introduce il pathos dei resti archeologici nella cultura dell’immagine di oggi.

La celebre Crypta Balbi è una delle sedi del Museo Nazionale Romano ed è nata da un grande scavo di archeologia urbana: in età augustea sorgeva in quel luogo il teatro di Balbo (13 a.C.); la Crypta Balbi è perciò l’esedra d’accesso al teatro Balbi.

Split Stone (7:34) è esposta al pubblico fino al 27 gennaio 2019. 

Per info: www.museonazionaleromano.beniculturali.it

Orari: Tutti i giorni dalle 9 alle 19.45. Chiuso il lunedì.

Biglietti: Intero 10 euro, ridotto 5 euro.

Immagine: Rendering di Sarah Sze, Split Stone (7:34), 2018 © Gagosian. 

Nella Crypta Balbi esposta la Split Stone di Sarah Sze
Nella Crypta Balbi esposta la Split Stone di Sarah Sze


Acquista il nostro libro Cronache dal mondo dell'arte 2020
Tutto il 2020 in un libro di 430 pagine con 60 fotografie a colori, in una selezione di 60 articoli scelti dalla redazione di Finestre sull'Arte.
CLICCA QUI
PER INFORMAZIONI



Arte antica     Politica e beni culturali     Patrimonio     Musei     Arte contemporanea     Rinascimento     Seicento     Novecento     Cinquecento     Ottocento     Quattrocento     Firenze     Barocco     Toscana     Roma    

NEWSLETTER