Da oggi la Tavola Bifronte di Antonello da Messina è esposta al Castello Ursino di Catania per la mostra di Sgarbi


Da oggi la Tavola Bifronte di Antonello da Messina fa parte del percorso espositivo della mostra Da Giotto a de Chirico - I Tesori nascosti.

Negli spazi espositivi del Castello Ursino di Catania, dove è in corso fino al 20 maggio 2018 la mostra "Da Giotto a de Chirico - I Tesori nascosti " curata da Vittorio Sgarbi, sarà esposta da oggi la Tavola Bifronte di Antonello da Messina

L’opera quattrocentesca raffigura da un lato la Madonna con il Bambino benedicente e francescano in adorazione, mentre dall’altro lato l’Ecce Homo

La Tavola, conservata nel Museo Regionale di Messina, è databile al 1465-1470. Apparteneva alla collezione privata berlinese di Wilhelm Soldan dal 1930 e nel 2003 venne acquistata a un’asta di Christie’s dalla Regione Siciliana.

Immagine: Antonello da Messina, Tavola Bifronte (1465-1470; tempera su tavola, 16 x 11,9 cm; Messina, Museo Regionale)

 

Da oggi la Tavola Bifronte di Antonello da Messina è esposta al Castello Ursino di Catania per la mostra di Sgarbi
Da oggi la Tavola Bifronte di Antonello da Messina è esposta al Castello Ursino di Catania per la mostra di Sgarbi


Se ti è piaciuto questo articolo abbonati a Finestre sull'Arte.
al prezzo di 12,00 euro all'anno avrai accesso illimitato agli articoli pubblicati sul sito di Finestre sull'Arte e ci aiuterai a crescere e a mantenere la nostra informazione libera e indipendente.
ABBONATI A
FINESTRE SULL'ARTE



Arte antica     Politica e beni culturali     Patrimonio     Musei     Arte contemporanea     Rinascimento     Seicento     Ottocento     Novecento     Cinquecento     Firenze     Quattrocento     Barocco     Genova     Roma    

NEWSLETTER