Taormina, opere en plein air al Teatro antico per il centenario di Pietro Consagra


Il Teatro antico di Taormina ospita una selezione di opere scultoree di Pietro Consagra in occasione del centenario della nascita dell’artista. 

In occasione del centenario della nascita di Pietro Consagra (Mazara del Vallo, 1920 - Milano, 2005), dal 17 maggio al 30 ottobre 2021 il Teatro antico di Taormina accoglie la mostra Pietro Consagra. Il colore come materia, a cura di Gabriella Di Milla e Paolo Falcone e promossa dalla Regione Siciliana, Assessorato dei Beni Culturali e dell’Identità siciliana, dal Parco Archeologico Naxos Taormina, e organizzata da Electa in collaborazione con l’Archivio Pietro Consagra. 

Un percorso en plein air in cui una selezione di opere dell’artista compiute tra il 1964 e il 2003 intreccia un dialogo con le memorie del Teatro antico di Taormina e con il paesaggio circostante. 

Per Consagra la scultura è “fantasia, ricerca, esperienza e provocazione” e quest’esposizione intende proporre una lettura, attraverso nuovi codici percettivi e linguistici della contemporaneità.

Il percorso espositivo ha inizio con la scultura Piano sospeso bianco (1964), una rottura semantica netta realizzata dall’artista siciliano nella sua carriera, dirompente rispetto alle opere precedenti; l’opera è sospesa su una delle due pàrodoi del teatro, frontale alla cavea e agli spettatori. Attraverso la poetica della frontalità, Consagra ha infatti instaurato le condizioni di un dialogo immediato, con un osservatore libero e a sua volta reattivo, creando le premesse dell’arte partecipata. Quest’opera appartiene allo stesso momento di svolta dei Giardini e dei Ferri trasparenti del 1964-66, opere monocrome, bianche, rosa, violette, blu, carminio, lilla, nere, che si incurvano, si frammentano e si gonfiano, ponendosi agli occhi dello spettatore come oggetti sensitivi mobili dalla doppia frontalità, in un allentamento liberatorio della tensione morale. Come si noterà dal Giardino bianco (1966), il colore assume, a partire da questo momento, un’intensità e un’uniformità tali da cancellare il materiale da cui è invisibilmente supportato, esprimendo la nuova apertura di Consagra a una felicità individuale. Nuove dinamiche dello sguardo e del corpo saranno attivate anche dal Matacubo esposto, scultura dalle forme tondeggianti e sensuali. La voce, in dialetto siciliano, definisce oggetti molto compatti e spesso ingombranti, ma viene utilizzata dall’artista come termine “paradossale” per indicare opere ludiche, realizzate in marmo e in ferro dipinto. 

Fin dall’inizio del percorso artistico, Consagra ha rinnovato la sua scultura quasi ogni decennio; la sua scultura non era isolata in se stessa ma è entrata nello spazio sociale e civile, trasmettendo un pensiero autonomo e autentico. 

La mostra intende essere sintesi dell’incessante ricerca dell’artista di tecniche, materie e colori espressivi con cui sono state realizzate opere volte a suscitare un senso di libertà e uno stimolo a riflettere sugli avvenimenti contemporanei. C’è nell’opera di Consagra un’affascinante apparente contraddittorietà: la sublimazione della visione frontale smaterializza la scultura distaccandola dalla realtà, ma è solo per poterla osservare e interrogare, così come fa il coro che, fuori della scena, assiste alla rappresentazione e dialoga con lo spettatore. 

Per info: www.parconaxostaormina.com

Orari: Tutti i giorni dalle 9 alle 19.
Biglietti: Intero 13,50 euro, ridotto 8,50 euro. 

Nell’immagine, l’allestimento al Teatro antico di Taormina della mostra Pietro Consagra. Il colore come materia. Foto di Fabrizio Villa. © Pietro Consagra, by SIAE 2021

Informazioni sulla mostra

Titolo mostraPietro Consagra. Il colore come materia
CittàTaormina
SedeTeantro antico di Taormina
DateDal 17/05/2021 al 30/10/2021
ArtistiPietro Consagra
TemiPietro Consagra, Taormina, Parco Archeologico Naxos Taormina, Scultura, Teatro antico

Taormina, opere en plein air al Teatro antico per il centenario di Pietro Consagra
Taormina, opere en plein air al Teatro antico per il centenario di Pietro Consagra


Finestre sull'arte
Se questo articolo ti è piaciuto o lo hai ritenuto interessante,
iscriviti alla nostra newsletter gratuita!
Niente spam, una sola uscita la domenica, più eventuali extra, per aggiornarti su tutte le nostre novità!

La tua lettura settimanale su tutto il mondo dell'arte

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER



Arte antica     Politica e beni culturali     Patrimonio     Musei     Arte contemporanea     Rinascimento     Seicento     Novecento     Cinquecento     Ottocento     Quattrocento     Toscana     Firenze     Barocco     Roma