Continua il tour del capolavoro di Pontormo negli USA. Adesso la Visitazione vola a Los Angeles


La Visitazione del Pontormo continua il suo tour negli Stati Uniti: adesso vola a Los Angeles per una mostra al Getty Museum.

La Visitazione del Pontormo (Jacopo Carucci, Pontorme di Empoli, 1494 - Firenze, 1557), il grande capolavoro del genio del manierismo, ha preso la via degli Stati Uniti: dal 5 febbraio al 28 aprile sarà infatti esposto al Getty Museum di Los Angeles per la mostra Pontormo: Miraculous Encounters, volta a presentare al pubblico dipinti e disegni del grande artista. L’opera è già da un po’ lontana dalla sua casa, la pieve dei Santi Michele e Francesco di Carmignano: si trova infatti in tour in America (prima di essere esposta a Los Angeles era infatti stata mostrata a New York, alla Morgan Library), perché la pieve ha urgente bisogno di restauri, non più rimandabili, e si spera che la trasferta americana possa portare qualche denaro in cassa (si tratta peraltro di un intento dichiarato anche nel colophon della mostra).

Per gli Stati Uniti si tratta di un evento importante. “È un privilegio portare a Los Angeles la Visitazione, uno dei più grandi capolavori del Pontormo e uno dei dipinti più belli ed enigmatici del sedicesimo secolo italiano”, ha dichiarato Timothy Potts, direttore del Getty. “Questa è la prima volta che il dipinto ha viaggiato per gli Stati Uniti. È uno di quei dipinti eccezionali che, una volta visti, non si possono più dimenticare, e non dubito che sarà una scoperta per i nostri visitatori, sia per la sua straordinaria bellezza, sia per la sua commovente descrizione di un episodio chiave nel riconoscimento della venuta di Cristo”.

L’opera ha di recente subito un restauro che ha consentito un avanzamento delle conoscenze sulla tecnica dell’artista e sul suo processo creativo. La Visitazione sarà mostrata al Getty assieme all’unico disegno preparatorio conosciuto, in prestito dagli Uffizi (che organizzano la mostra assieme al Getty e alla Morgan Library di New York), e a due ritratti, coi loro disegni. “Presentando la Visitazione e due ritratti prodotti negli stessi anni insieme ai loro disegni preparatori”, ha sottolineato Davide Gasparotto, senior curator della pittura al Getty Museum oltre che curatore della mostra, “questa mostra ci offre una rara opportunità di riconsiderare l’evoluzione artistica del Pontormo in una fase cruciale della sua carriera. È commovente pensare a un grande maestro come il Pontormo mentre lavorava al massimo delle sue abilità in un periodo così tumultuoso, mentre la sua città era sotto assedio. I suoi lavori di questo periodo, eleganti e compiuti, sono permeati di coinvolgente sensibilità e sentimento”. Le opere esposte in mostra sono state infatti realizzate tutte tra il 1528 e il 1530, anni di crisi per Firenze (l’assedio della città si verificò tra il 1529 e il 1530).

La mostra è accompagnata da una pubblicazione, Miraculous Encounters: Pontormo from Drawing to Painting, redatta dai due curatori dell’esposizione (Davide Gasparotto e Bruce Edelstein), ed è supportata da Janine e J. Tomilson Hill, col supporto aggiuntivo della Foundation for Italian Art and Culture (FIAC). Per maggiori informazioni è possibile visitare il sito del Getty Museum.

Nell’immagine, un dettaglio della Visitazione del Pontormo

Continua il tour del capolavoro di Pontormo negli USA. Adesso la Visitazione vola a Los Angeles
Continua il tour del capolavoro di Pontormo negli USA. Adesso la Visitazione vola a Los Angeles





Arte antica     Politica e beni culturali     Patrimonio     Musei     Arte contemporanea     Rinascimento     Seicento     Ottocento     Novecento     Cinquecento     Firenze     Quattrocento     Barocco     Genova     Roma    

NEWSLETTER