Per la prima volta a Venezia le opere astratte di Yoje Dondich


Fino al 17 luglio 2019 le opere astratte dell’artista messicano Yoje Dondich sono visibili allo Spazio San Silvetro a Venezia.

Per la prima volta a Venezia, in occasione della 58. Biennale di Venezia, arrivano le opere di Yoje Dondich (Città del Messico, 1952) dal Messico

Fino al 17 luglio 2019 infatti allo Spazio San Silvetro è allestita la rassegna The synesthesia of shapes, ideata e promossa da Must Wanted Group che si occupa della diffusione dell’arte e della cultura messicana nel mondo. 

Attraverso una selezione di 14 opere della fase astratta dell’artista, l’esposizione analizza oltre venticinque anni di carriera: fin dagli inizi degli anni Ottanta, Dondich esplora le infinite possibilità dell’astrazione proponendone una nuova interpretazione seguendo la grande tradizione delle avanguardie messicane. Sono opere che offrono allo spettatore esperienze sinestetiche multisensoriali mediante la sperimentazione di forme e colori geometrici.

L’arte di Yoje Dondich incontra un dialogo con il tema di quest’edizione della Biennale nell’offrire, attraverso le sue opere, esperienze sinestesiche, nelle quali lo spettatore utilizza i suoi sensi. In un mondo dove la tecnologia ha superato gli stimoli e lo stupore per le cose quotidiane non ci si sorprende più; le opere di Dondich predispongono all’esperienza di ricorrere alla pittura come mezzo per materializzare la sensibilità.

L’artista deve la sua formazione plastica a maestri messicani e stranieri, quali Rolando Belfai, Isaac Stavans e Manuel Guillén. La molteplicità delle sue opere si deve in particolare alla sua costante ricerca nell’esprimere i dubbi che sorgono nel mondo interiore e creativo. La scelta del titolo, The synesthesia of shapes, allude al fenomeno sensoriale/percettivo che indica una contaminazione dei sensi.
Nelle opere esposte in mostra, il colore, la linea, le forme e i tratti sono i principali protagonisti.

La mostra è stata supportata dall’Ambasciata del Messico in Italia, dal Consolato del Messico a Milano e dall’Istituto Nazionale delle Belle Arti e Letteratura.

Orari: Tutti i giorni dalle 10 alle 18. Chiuso il martedì.

Immagine: Yoje Dondich, Impronte nel tempo (2016; olio su tela, 92,5 x 95,5 cm)

Per la prima volta a Venezia le opere astratte di Yoje Dondich
Per la prima volta a Venezia le opere astratte di Yoje Dondich


Se ti è piaciuto questo articolo abbonati a Finestre sull'Arte.
al prezzo di 12,00 euro all'anno avrai accesso illimitato agli articoli pubblicati sul sito di Finestre sull'Arte e ci aiuterai a crescere e a mantenere la nostra informazione libera e indipendente.
ABBONATI A
FINESTRE SULL'ARTE



Arte antica     Politica e beni culturali     Patrimonio     Musei     Arte contemporanea     Rinascimento     Seicento     Novecento     Cinquecento     Ottocento     Quattrocento     Firenze     Barocco     Toscana     Roma    

NEWSLETTER