Al museo come a casa. Fondazione Musei Senesi lancia la sfida social


Fondazione Musei Senesi lancia la sfida social #almuseocomeacasa, per coinvolgere tutto il pubblico in un momento di partecipazione diretta.

Fondazione Musei Senesi lancia una “sfida social”, come l’hanno definita, dal titolo Al museo come a casa. L’obiettivo è coinvolgere tutto il pubblico e le comunità locali in un momento di partecipazione diretta, ognuno dalla propria casa. 

“Cosa conservate in casa come un pezzo da museo? Cosa osservate per sentire la bellezza? Raccontateci la vostra opera d’arte domestica!”: un invito a raccontare le storie legate agli oggetti che ognuno conserva gelosamente in casa. Una sorta di piccolo museo dei ricordi personali

L’idea di questa iniziativa è nata dall’autore de Il museo dell’innocenza, Orhan Pamuk, che afferma che i musei devono raccontare le storie del quotidiano in cui ognuno può riconoscersi e devono avere una dimensione intima e accogliente.

A questo link l’appello di Elisa Bruttini, direttore scientifico della Fondazione Musei Senesi.

Gli hashtag da seguire sono #almuseocomeacasa #museisenesi

Immagine: Cristoforo Munari, Natura morta (Montepulciano, Museo civico)

Al museo come a casa. Fondazione Musei Senesi lancia la sfida social
Al museo come a casa. Fondazione Musei Senesi lancia la sfida social


Se ti è piaciuto questo articolo abbonati a Finestre sull'Arte.
al prezzo di 12,00 euro all'anno avrai accesso illimitato agli articoli pubblicati sul sito di Finestre sull'Arte e ci aiuterai a crescere e a mantenere la nostra informazione libera e indipendente.
ABBONATI A
FINESTRE SULL'ARTE



Arte antica     Politica e beni culturali     Patrimonio     Musei     Arte contemporanea     Rinascimento     Seicento     Ottocento     Novecento     Cinquecento     Firenze     Quattrocento     Barocco     Genova     Roma    

NEWSLETTER