A Bologna, negozi, boutique e botteghe del centro adottano due musei. Ecco l'iniziativa


A Bologna via all’iniziativa ’Adotta la cultura - Il museo va di moda’: i negozi del centro adottano due musei di Genus Bononiae.

Parte oggi, martedì 24 aprile 2018, a Bologna, la campagna Adotta la cultura - Il museo va di moda. Si tratta di un’iniziativa targata Genus Bononiae e condotta in collaborazione con Confcommercio Ascom Bologna: obiettivo è quello di sensibilizzare i cittadini bolognesi e i turisti a visitare il Museo della Storia di Bologna di Palazzo Pepoli e il Complesso Monumentale di Santa Maria della Vita, entrambi gestiti da Genus Bononiae. Il progetto coinvolge i commercianti del Quadrilatero e della Galleria Cavour: negozi, boutique e botteghe del centro storico saranno forniti di segnalibri che riproducono elementi rappresentativi di Palazzo Pepoli e di Santa Maria della Vita. I segnalibri saranno regalati ai clienti, che sul segnalibro potranno leggere la descrizione dell’iniziativa e troveranno una speciale promozione qualora decidessero di visitare il museo. La campagna durerà fino a luglio.

“L’obiettivo della campagna ’Adotta la cultura – Il museo va di Moda’”, spiega Fabio Roversi-Monaco, presidente di Genus Bononiae, “è avvicinare e far conoscere a concittadini e turisti il ricco patrimonio conservato nei nostri musei, affinché possano diventare un punto di riferimento nella vita culturale e un luogo famigliare così come lo sono le botteghe e i negozi del Quadrilatero. In quest’ottica gli operatori del Commercio rappresentano un partner importante per promuovere la cultura e per questo ringrazio Confcommercio Ascom Bologna per il sostegno all’iniziativa.”

Enrico Postacchini, presidente di Confcommercio Ascom Bologna, afferma che l’ente da lui presieduto “ha collaborato con molto piacere ed interesse alla realizzazione del progetto di promozione Adotta la cultura, il museo va di moda, voluto da Genus Bononiae e in particolare dal suo Presidente Prof. Fabio Roversi Monaco. Campagne di questo tipo, accompagnate dagli strumenti informativi che si potranno trovare nei negozi del centro storico, offrono ai clienti nuove e convenienti opportunità per conoscere il prezioso patrimonio artistico di Bologna”. E Giancarlo Tonelli che di Confcommercio Ascom Bologna è il direttore, conferma che “i commercianti del centro storico aderenti a Confcommercio Ascom Bologna partecipano con piacere a questa bell’iniziativa diventando così, fino al mese di luglio, testimonial e portavoce di questa campagna di promozione della cultura che offrirà al pubblico l’accesso molto scontato a due famosi complessi architettonici di Bologna come Palazzo Pepoli e Santa Maria della Vita. Ancora una volta si dimostra vincente per Bologna la collaborazione tra cultura ed il tessuto economico e commerciale”.

A Bologna, negozi, boutique e botteghe del centro adottano due musei. Ecco l'iniziativa
A Bologna, negozi, boutique e botteghe del centro adottano due musei. Ecco l'iniziativa


Se ti è piaciuto questo articolo abbonati a Finestre sull'Arte.
al prezzo di 12,00 euro all'anno avrai accesso illimitato agli articoli pubblicati sul sito di Finestre sull'Arte e ci aiuterai a crescere e a mantenere la nostra informazione libera e indipendente.
ABBONATI A
FINESTRE SULL'ARTE



Arte antica     Politica e beni culturali     Patrimonio     Musei     Arte contemporanea     Rinascimento     Seicento     Ottocento     Novecento     Cinquecento     Firenze     Quattrocento     Barocco     Genova     Roma    

NEWSLETTER