La casa-museo Palazzo Maffei di Verona svela i suoi capolavori sui social


Anche la casa-museo Palazzo Maffei di Verona si racconta sui suoi canali social, svelando i capolavori che custodisce e i suoi angoli d’arte.

La casa-museo Palazzo Maffei di Verona partecipa alla campagna #iorestoacasa e sui suoi canali social propone molte iniziative. In particolare, sul profilo Instagram, dal 28 marzo al 4 aprile 2020, saranno dedicati appuntamenti a Mario Schifano, Umberto Boccioni, Giacomo Balla, Andy Warhol e Pablo Picasso, René Magritte, Marcel Duchamp, Renato Guttuso ed Emilio Vedova, Leandro Erlich. Attraverso racconti, videointerviste e pause caffè artistiche verrà narrata la collezione della casa-museo, costituita da oltre 350 opere, di cui duecento dipinti, circa venti sculture, disegni e un’importante selezione di oggetti d’arte applicata, quali mobili d’epoca, vetri antichi, ceramiche rinascimentali e maioliche sei-settecentesche, ma anche argenti, avori, manufatti lignei, pezzi d’arte orientale, rari volumi. 

Inoltre propone sui canali ufficiali di Palazzo Maffei il progetto digitale #caffeapalazzo, una pausa caffè artistica per scoprire dettagli nascosti delle opere custodite o dei piccoli angoli d’arte, come la terrazza panoramica da cui si può ammirare tutta la città o le opere collocate nel salone d’ingresso, da Apollonio di Giovanni a Maurizio Nannucci e Arcangelo Sassolino. Un mix di arte antica e arte contemporanea che rappresenta lo spirito dell’intero percorso espositivo.

Anche l’iniziativa ASK ME è divenuta virtuale: attraverso le stories di Instagram e Facebook gli studenti dell’Università di Verona continuano a raccontare curiosità e aneddoti sul museo e le sue opere.

   

La casa-museo Palazzo Maffei di Verona svela i suoi capolavori sui social
La casa-museo Palazzo Maffei di Verona svela i suoi capolavori sui social


Se ti è piaciuto questo articolo abbonati a Finestre sull'Arte.
al prezzo di 12,00 euro all'anno avrai accesso illimitato agli articoli pubblicati sul sito di Finestre sull'Arte e ci aiuterai a crescere e a mantenere la nostra informazione libera e indipendente.
ABBONATI A
FINESTRE SULL'ARTE



Arte antica     Politica e beni culturali     Patrimonio     Musei     Arte contemporanea     Rinascimento     Seicento     Ottocento     Novecento     Cinquecento     Firenze     Quattrocento     Barocco     Genova     Roma    

NEWSLETTER