Il MAMbo lancia il primo progetto espositivo che porta via posta l'arte in forma di lettera


Dear you è il nuovo progetto espositivo del MAMbo di Bologna da ricevere per corrispondenza postale. 

In linea con l’attuale situazione di semi-isolamento a cui la popolazione mondiale è costretta, il MAMbo di Bologna presenta un nuovo progetto espositivo che si fonda sulla corrispondenza postale. 

Dear you, questo il titolo dell’iniziativa a cura di Caterina Molteni, prevede sei interventi di artisti internazionali, le cui opere sono concepite come poesie, brevi racconti, opere in forma di lettera, che gli iscritti al progetto riceveranno tramite corrispondenza postale. Gli artisti riflettono su temi di fondamentale importanza nella nostra contemporaneità, quali la perdita di contatto fisico e le relative ripercussioni sulla vita emotiva, l’indebolimento della vita sociale condivisa e la necessità di creare nuove strategie di relazione e di cura al di là dell’esperienza digitale. Il progetto intende osservare l’intimità non solo come sofferta solitudine, ma come luogo di una possibile e vitale autodeterminazione.

Il titolo, Dear you, richiama la corrispondenza amorosa per sottolineare l’intimismo che si crea dalla ricezione di una lettera e soprattutto intende sottolineare come la corrispondeza postale sia in grado di alimentare dinamiche di cura grazie alla capacità di trasformare una voce lontana in qualcosa di prossimo e di tangibile. Le opere d’arte giungeranno anche oltre i confini geografici nazionali, favorendo lo scambio di idee e di gesti di attenzione. 

Gli artisti coinvolti nel progetto sono Hamja Ahsan (Londra, 1981), Giulia Crispiani (Ancona, 1986), Dora García (Valladolid, 1965), Allison Grimaldi Donahue (Middletown, 1984), Ingo Niermann (Bielefeld, 1969) e David Horvitz (Los Angeles, 1982).

Per partecipare a Dear you e ricevere così le sei opere d’arte in forma di lettera è necessario iscriversi (c’è tempo fino al 14 marzo 2021) e un costo d’iscrizione pari a 20 euro (per chi possiede Card Cultura 12 euro). 

Per ogni iscrizione, Dear you prevede la spedizione di sei lettere, una per ogni artista coinvolto. Ogni invio conterrà un’opera in forma di lettera e un testo di accompagnamento sul progetto. È previsto l’invio di una lettera ogni due settimane, indicativamente tra marzo e maggio 2021. È incluso nell’iscrizione al progetto un biglietto d’accesso alle collezioni del MAMbo da usufruire entro il 2021 (si consiglia di riservare l’ingresso OMAGGIO attraverso il servizio di preacquisto on-line sul sito www.midaticket.it).

Per maggiori info cliccare qui.

Il MAMbo lancia il primo progetto espositivo che porta via posta l'arte in forma di lettera
Il MAMbo lancia il primo progetto espositivo che porta via posta l'arte in forma di lettera


Finestre sull'arte
Se questo articolo ti è piaciuto o lo hai ritenuto interessante,
iscriviti alla nostra newsletter gratuita!
Niente spam, una sola uscita la domenica, più eventuali extra, per aggiornarti su tutte le nostre novità!

La tua lettura settimanale su tutto il mondo dell'arte

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER



Arte antica     Politica e beni culturali     Patrimonio     Musei     Arte contemporanea     Rinascimento     Seicento     Novecento     Cinquecento     Ottocento     Quattrocento     Toscana     Firenze     Barocco     Roma