I musei di Firenze sviluppano contenuti didattici su Dante con ICOM e Microsoft


I musei civici di Firenze si pongono all'avanguardia in un progetto sulla piattaforma Flipgrid di Microsoft, sviluppando assieme a ICOM contenuti didattici sul rapporto tra Dante e Firenze.

In occasione del settecentesimo anniversario della morte di Dante Alighieri (Firenze, 1265 - Ravenna, 1321), i musei di Firenze, la società MUS.E, il comitato nazionale di ICOM - International Council of Museums e Microsoft Italia fanno squadra assieme per sviluppare contenuti educativi specifici sul legame fra Dante e Firenze, con l’obiettivo di offrire a docenti e allievi una proposta culturale qualificata e attuale, che sia capace di stimolare le classi non solo ad approfondire contenuti storici, artistici e letterari ma anche a sviluppare esperienze di approfondimento e di interpretazione, grazie alle possibilità fornite dal mondo digitale. Tra le sfide che questi contenuti intendono affrontare, quella di immaginare virtualmente il volto della Firenze dantesca, con le sue architetture, i suoi protagonisti e le sue storie.

I contenuti vengono proposti sulla piattaforma Flipgrid e attivano una serie di percorsi interattivi che si pongono l’obiettivo di essere coinvolgenti e di stimolare i giovani fruitori, guidati dai loro insegnanti, ad avviare ricerche, condividere riflessioni, sviluppare elaborazioni digitali. Questa collaborazione è una novità: ICOM Italia è infatti il primo partner italiano su Flipgrid, la piattaforma digitale che Microsoft ha sviluppato con l’obiettivo di favorire un apprendimento sociale partecipato e innovativo fra gli studenti a partire da linee guida e argomenti individuati dai docenti: i contenuti del MUS.E rappresentano la prima proposta museale. Ecco quindi che, accanto a musei oltreoceano come il Metropolitan Museum of Art e al Cleveland Museum of Art, le scuole hanno la possibilità di fruire di un itinerario digitale tutto fiorentino, centrato sulla vita di Dante Alighierie sulle sue relazioni con la città e finalizzato non solo a conoscere meglio la storia del poeta e della Firenze medievale, ma anche a connettere tali conoscenze con la propria storia e la propria contemporaneità.

“Con questo progetto”, dichiara l’assessore all’Educazione del Comune di Firenze, Sara Funaro, “passato e presente si legano nel nome di Dante e del suo rapporto con Firenze. I settecento anni della morte del Sommo Poeta hanno offerto l’occasione a MUS.E per sviluppare i contenuti condivisi su questa piattaforma educativa innovativa attraverso la quale gli studenti, supportati dagli insegnanti, possono approfondire in maniera interattiva e divertente la conoscenza della storia della Firenze medievale, di Dante e della sua opera principale, la Divina Commedia, il cui messaggio è ancora oggi attuale. Vorrei ringraziare tutti i soggetti che hanno reso possibile questo bel progetto, che va ad arricchire le iniziative educative proposte alle scuole della nostra città e non solo”.

“Il Comune ha supportato con enorme piacere questo progetto innovativo che mette insieme tecnologia, letteratura e scuola”, aggiunge l’assessore alla cultura Tommaso Sacchi. “In occasione dell’anno dantesco il Sommo Poeta si dimostra ancora una volta poliedrica fucina di nuove idee: anche se a distanza, gli studenti potranno avvicinarsi alla sua figura e alla Firenze del suo tempo per approfondire l’enorme attualità del suo messaggio e del suo insegnamento”.

“La collaborazionenata oramai tre anni fa tra ICOM Italia e Microsoft Italia”, dichiara la presidente di ICOM Italia, Adele Maresca Compagna, “ha portato alla realizzazione di diversi appuntamenti di approfondimento sui temi della trasformazione digitale in ambito culturale, unendo sempre ad una visione teorico-concettuale l’esplorazione di strumenti pratici e innovativi, che possano supportare i professionisti museali nel lavoro quotidiano e nel perseguimento della loro missione. Negli ultimi mesi ICOM Italia, grazie al suo Gruppo di Lavoro ‘Educazione al patrimonio culturale. Musei-scuole-territorio e professionalità”, ha attivato un processo di ascolto capillare in tutta Italia sul rapporto tra musei e scuole, guidando il processo di attivazione di un nuovo e più profondo dialogo tra i due mondi. Si inserisce dunque in questo percorso la sperimentazione della piattaforma Flipgrid, certamente utile a sostenere una relazione docente / discente maggiormente coinvolgente. Di qui la scelta di diventare il primo partner italiano della piattaforma e di coinvolgere i colleghi e amici dei Musei Civici di Firenze nella produzione di contenuti, in particolare nell’anno di celebrazione dei 700 anni dalla morte di Dante Alighieri”.

Nella foto: Firenze, Palazzo Vecchio, il Salone dei Cinquecento

I musei di Firenze sviluppano contenuti didattici su Dante con ICOM e Microsoft
I musei di Firenze sviluppano contenuti didattici su Dante con ICOM e Microsoft


Finestre sull'arte
Se questo articolo ti è piaciuto o lo hai ritenuto interessante,
iscriviti alla nostra newsletter gratuita!
Niente spam, una sola uscita la domenica, più eventuali extra, per aggiornarti su tutte le nostre novità!

La tua lettura settimanale su tutto il mondo dell'arte

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER



Arte antica     Politica e beni culturali     Patrimonio     Musei     Arte contemporanea     Rinascimento     Seicento     Cinquecento     Novecento     Ottocento     Quattrocento     Toscana     Firenze     Barocco     Roma