Regala un biglietto al Museo Bagatti Valsecchi e aiutalo a riprendersi dalla chiusura forzata


Il Museo Bagatti Valsecchi lancia una raccolta fondi per aiutarlo a superare l’emergenza coronavirus.

L’emergenza coronavirus sta avendo effetti negativi su molti musei: quello più immediato è la mancanza di introiti inaspettata. Così, il Museo Bagatti Valsecchi di Milano (al quale, peraltro, è dedicato un lungo approfondimento sul primo numero del 2020 della nostra rivista cartacea Finestre sull’Arte on paper), tra gli istituti più belli e preziosi del capoluogo lombardo e non solo, ha avviato una raccolta fondi intitolata Regalaci un biglietto per colmare le perdite da ingressi persi e da eventi annullati: quello che si chiede è semplicemente di regalare un biglietto al museo per aiutarlo a ripartire.

Il museo, infatti, rimarrà chiuso fino al 1° di marzo e questo comporterà una settimana di mancati introiti dagli incassi dei biglietti, sommati alla cancellazione degli eventi. Si aggiunga che l’incertezza sul progredire della situazione d’emergenza non consente di fare previsioni, e il rischio è che i mancati incassi si prolunghino generando ancora più difficoltà. Ma non solo: si prevede che il turismo a Milano calerà drasticamente, e ci si può solo augurare che non vengano a mancare i grandi eventi che negli anni hanno portato alla crescita della città e del Museo. Nei mesi di marzo, aprile e maggio del 2019 il Museo Bagatti Valsecchi aveva visto affacciarsi al proprio ingresso più di 11mila persone, quasi la metà del pubblico annuale e la prospettiva di un ridimensionamento mina fortemente non solo la crescita avviata da alcuni anni ma la stessa sostenibilità della Fondazione.

Dunque, la raccolta fondi, rivolta a privati e aziende, ha l’obiettivo di supportare il Museo in questo momento critico offrendogli la possibilità di garantire le attività programmate al momento della riapertura. La campagna Regalaci un biglietto prevede, per i donatori, biglietti gratuiti e tessere associative. Si può donare, tramite bonifico o carta di credito, una cifra qualsiasi a partire da 10 euro, secondo le modalità del crowdfunding, ovvero a certe offerte corrispondono dei premi: per chi dona 20 euro ci sarà un biglietto omaggio, per chi ne dona 50 ce ne saranno due, per chi dona almeno 100 euro ci sarà una tessera soci valida fino a dicembre. Per aiutare il Museo Bagatti Valsecchi ci si può recare sull’apposita pagina aperta sul sito del museo, o inviare un bonifico intestato a a Fondazione Bagatti Valsecchi Onlus – Banca INTESA SAN PAOLO Fil.55000 Piazza Ferrari 10, Milano – Iban: IT 84 A 03069 09606 100000062267.

Nella foto: Museo Bagatti Valsecchi, la Camera del Letto Valtellinese. Ph. Credit Alessandro Pasquali per Danae Project (la fotografia è una di quelle che accompagnano il servizio sul Museo Bagatti Valsecchi che trovate nel numero di marzo-aprile-maggio di Finestre sull’Arte on paper).

Regala un biglietto al Museo Bagatti Valsecchi e aiutalo a riprendersi dalla chiusura forzata
Regala un biglietto al Museo Bagatti Valsecchi e aiutalo a riprendersi dalla chiusura forzata


Se ti è piaciuto questo articolo abbonati a Finestre sull'Arte.
al prezzo di 12,00 euro all'anno avrai accesso illimitato agli articoli pubblicati sul sito di Finestre sull'Arte e ci aiuterai a crescere e a mantenere la nostra informazione libera e indipendente.
ABBONATI A
FINESTRE SULL'ARTE



Arte antica     Politica e beni culturali     Patrimonio     Musei     Arte contemporanea     Rinascimento     Seicento     Ottocento     Novecento     Cinquecento     Firenze     Quattrocento     Barocco     Genova     Roma    

NEWSLETTER