Nasce la nuova app gratuita del Parco Archeologico di Paestum


Disponibile online la nuova app gratuita del Parco Archeologico di Paestum: in sei lingue e in lingua LIS per un’accessibilità universale del parco. 

Nasce la nuova app del Parco Archeologico di Paestum per migliorare la fruizione del sito archeologico seguendo i principi dell’accessibilità universale

L’app mobile verrà presentata al Museo Archeologico di Paestum venerdì 15 novembre 2019 alle ore 10, nell’ambito della XXII edizione della Borsa Mediterranea del Turismo Archeologico.

Disponibile in sei lingue (italiano, inglese, francese, tedesco, spagnolo, russo e cinese) e in lingua LIS, l’app propone itinerari personalizzati per temi, durata e interessi e sarà scaricabile gratuitamente su Apple store e Android; è stata realizzata da ECCOM in collaborazione con VISIVALAB e con l’Istituto Statale per sordi.

Questo nuovo strumento di fruizione consente di personalizzare il percorso per durata, con due opzioni da 60 e 90 minuti. Una volta stabilito il tempo della visita, è possibile selezionare vari argomenti: miti e riti, vita quotidiana, Paestum greca e lucana, Paestum romana. Verrà visualizzata una mappa geolocalizzata sulla quale l’utente potrà scegliere i vari punti di interesse, ciascuno con una scheda dedicata. Il visitatore potrà quindi creare un viaggio unico e personale. App Paestum è sostenuta anche dal Comune di Capaccio – Paestum che ha concesso il patrocinio all’iniziativa per l’installazione di banner promozionali nei punti di accesso alla città, compresa la stazione di Paestum.

"Questa nuova app offre la possibilità di scoprire non solo gli elementi monumentali di Paestum, ma anche gli aspetti della vita quotidiana della città e delle persone che la abitavano, attraverso una narrazione fatta di storie, suoni, profumi che permettono di entrare in contatto con i diversi momenti storici di cui è stata protagonista” ha affermato Francesco Uliano Scelza, archeologo del Parco.  

“Con questo progetto, abbiamo mantenuto una delle promesse della riforma dei beni culturali: riportare all’interno dell’amministrazione la progettualità e la gestione dell’offerta didattica. E abbiamo deciso di scrivere i testi noi archeologi, architetti e assistenti alla fruizione insieme a professionisti esterni, investendo in tal modo anche nelle nostre risorse umane. Per quanto riguarda la gestione, abbiamo optato per offrire l’app gratuitamente a tutti i nostri visitatori, essendo la proprietà intellettuale esclusivamente nostra e non di un concessionario esterno come spesso avveniva in passato” ha dichiarato il direttore del Parco, Gabriel Zuchtriegel

 

Nasce la nuova app gratuita del Parco Archeologico di Paestum
Nasce la nuova app gratuita del Parco Archeologico di Paestum


Se ti è piaciuto questo articolo abbonati a Finestre sull'Arte.
al prezzo di 12,00 euro all'anno avrai accesso illimitato agli articoli pubblicati sul sito di Finestre sull'Arte e ci aiuterai a crescere e a mantenere la nostra informazione libera e indipendente.
ABBONATI A
FINESTRE SULL'ARTE



Arte antica     Politica e beni culturali     Patrimonio     Musei     Arte contemporanea     Rinascimento     Seicento     Ottocento     Novecento     Cinquecento     Firenze     Quattrocento     Barocco     Genova     Roma    

NEWSLETTER